Intervista con le Vie Delle Indecisioni

Vie Delle Indecisioni

E’ uscito martedì 28 giugno 2022 per Alti Records “Mr. Cellophane“, il nuovo singolo del progetto Vie Delle Indecisioni. Un nuovo capitolo per la band con già alle spalle due album, un ep ed oltre duecento date dal vivo, che torna con un pezzo pop che racconta la fine di una relazione vissuta tra viaggi in treno, sigarette e musical. Le vie delle indecisioni ci proiettano, utilizzando la retorica delle immagini e di personaggi come Charles Bovary e Bazarof, in un viaggio che è a metà tra l’onirico ed il razionale, dove ogni storia d’amore è un susseguirsi di possibili inciampi lungo una traversata da fare su un muretto, mano nella mano, con Humpy Dumpty.

I riferimenti ad opere d’arte sono tanti, dall’uomo uovo di matrice carroliana ai dipinti di Hopper, chi canta cerca di raccontare la sua storia, interrotta come una celeberrima puntata della Melevisione, provando ad immedesimarsi, per sentirsi meno solo, con tutti quei personaggi che, tra film, libri e quadri, hanno fatto della fragilità, della mancanza, una loro forma di unicità.

Gli abbiamo chiesto cosa c’entrava il musical Chicago, ed ecco com’è andata

Perchè il poster di “Chicago” nella cameretta raffigurata nella copertina di “Mr. Cellophane”, il vostro ultimo singolo? Avete visto il film?

Il brano nasce, in realtà, proprio da quel breve balletto fatto nel MUSICAL, dove viene cantata “Mr Cellophane”. Potremmo dire che è proprio un omaggio al film

E anche del romanzo “Follia” che compare nell’angolo, che ci dite? Che cos’hanno a che fare questi due elementi con il vostro ultimo singolo?

Tutti i personaggi citati hanno in comune la condizione di fragilità che li caratterizza. Abbiamo legato questa caratteristica al brano e ci abbiamo cucito sopra una canzone

Chi è Mr. Cellophane alla fine?

Ogni essere umano fragile, manchevole, quindi, ognuno di noi, in determinati momenti della propria esistenza, un Humpty Dumpty sopra al muretto

Perchè dite che per fare successo non bisogna essere come voi? Quali sono i vostri “errori”?

Siamo disordinati, indecisi, ricchi di imperfezioni e con animi umani complessi. Siamo legali al caos, all’entropia, questo può non essere il massimo in un’industria musicale che spesso chiede artisti a compartimento stagno.

Cosa accadrà adesso?

Salteremo dal muro

Segui le Vie Delle Indecisioni su facebook e instagram

Potrebbero interessarti anche...