Vai al contenuto
  • 2 min read

Intervista a “La monarchia” in radio con il singolo “Ossa”

Disponibile dal 7 maggio in radio e su tutte le piattaforme digitali, “Ossa” è il nuovo singolo de La Monarchia, prima co-produzione Flebo/Banana Studios su etichetta Flebo (A1).

Il brano – il primo con l’etichetta milanese – punta ambiziosamente a ridefinire il genere alt-pop italiano. La massiccia presenza di chitarre anni ’90 e i testi che raccontano le storie ordinarie di cui è costellata la provincia italiana confluiscono in un sound attuale e senza orpelli grazie ad una melodia diretta e al canto energico e senza fioriture del frontman e cantante Giulio Barlucchi.

Conosciamoli meglio!

Come nasce l’ispirazione per il singolo “Ossa”?

“Ossa racconta di una storia d’amore, della necessità di fuggire dalla provincia. E’ un brano che si interroga sulla complessità e la frustrazione di avere ambizioni da spendere in un mondo stretto come appunto è la provincia.”

-Quanto c’è di autobiografico nella vostra musica?

Crediamo sia essenziale raccontare la verità nelle nostre canzoni, altrimenti rischi di non risultare credibile e questo le persone lo sanno. Tutti i nostri testi celano storie autobiografiche che si prendono il proprio spazio all’interno di qualche accordo e qualche melodia che poi diventerà canzone.”

-Quale messaggio volete lanciare a chi vi ascolta?

“Ci piace pensare che coloro che ascoltano le nostra musica si riconoscono nelle nostre storie e che quindi questo possa farle sentire meno sole. Non cambieremo il mondo da soli ma almeno facciamo la nostra parte.

Quale artista del panorama italiano o internazionale vi ha maggiormente influenzato nel vostro modo di fare musica? Con chi vi piacerebbe collaborare?

“Le nostre radici affondano nella musica rock. Molti sono gli artisti che ci hanno formato, per citarne alcuni: The Strokes, Smashing Pumpkins, The Verve, Afterhours, Teatro degli orrori, Verdena.”

-Quali sono i vostri progetti per il futuro?

“Tornare ai live e lavorare sulle nostre canzoni, che sono tante. Stiamo ricevendo un ottimo feedback da parte del pubblico, siamo enormemente onorati di questo. Siamo solo all’inizio.”

nv-author-image

Francesca

Appassionata di musica e di scrittura, assidua frequentatrice di concerti, collaboro con testate giornalistiche online locali

Condividi questo articolo!

Vuoi entrare in un circuito di distribuzione e diffusione, in modo semplice e veloce?

promo emergenti

Il progetto ha la mission di incentivare la creatività, sviluppando una rete indipendente, alternativa al mainstream, che permetta agli artisti di avere visibilità, guadagni e sbocchi che rendano la loro attività artistica sostenibile. E’ ispirato alla filosofia Punk del DIY (Do It Yourself), dove l’unione di fanzine, giornalisti, promoter, manager, etichette discografiche, locali fuori dal circuito delle Major, creò un filone con un suo pubblico ed una sua identità.