Vai al contenuto
  • 2 min read

Ultima volta il nuovo singolo di Laigs

Disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming “Ultima volta” (GREYLIGHT RECORDS) , il nuovo singolo di Laigs.

Ultima volta” parla di cosa si prova nel vivere in quel costante limbo tra l’essere amanti e l’essere estranei, tra essere tutto e essere niente. Descrive la voglia di sperare che nonostante tutte le cose sbagliate successe possa comunque uscirne qualcosa di buono, ma nella maggior parte dei casi non è così. Il brano parla anche della difficoltà del tacere quando si soffre, pensando a quella persona per la quale si sarebbero fatte cose folli come camminare a piedi nudi sulla superficie del sole e che ora si è allontanata.

Ascolta Ultima volta

Spiega l’artista a proposito del brano: “Ho paura di morire senza averti detto addio un’ultima volta. Questa è stata la mia paura più grande, non poter dire più nulla alla persona che amavo che stava a migliaia di chilometri di distanza da me. Aspettando giorni, settimane e mesi chiedendomi per quale motivo lo stessi facendo, avendo solo la speranza che tutto si sarebbe sistemato.”

ultima volta il nuovo singolo di laigs

Biografia Laigs

Davide Lagani in arte Laigs, classe 2001, canta e scrive canzoni dall’età di 12 anni. Sin da piccolo si approccia a svariati generi musicali, cosa che ha influenzato positivamente il suo percorso musicale. Nel corso dell’adolescenza la sua musica ha subito molti cambiamenti. Passando dall’Emo-Rap, alla Trap, al Pop e al Punk.

Instagram

nv-author-image

Roberto

Appassionato di Musica, mi piace ascoltare i brani degli artisti emergenti e condividerli con il pubblico.

Condividi questo articolo!

Vuoi entrare in un circuito di distribuzione e diffusione, in modo semplice e veloce?

promo emergenti

Il progetto ha la mission di incentivare la creatività, sviluppando una rete indipendente, alternativa al mainstream, che permetta agli artisti di avere visibilità, guadagni e sbocchi che rendano la loro attività artistica sostenibile. E’ ispirato alla filosofia Punk del DIY (Do It Yourself), dove l’unione di fanzine, giornalisti, promoter, manager, etichette discografiche, locali fuori dal circuito delle Major, creò un filone con un suo pubblico ed una sua identità.