Vai al contenuto
  • 2 min read

“Spyglass” il nuovo EP di Ray Romijn

Si intitola “Spyglass” il nuovo ep di Ray Romijn, songwriter e troubadour brasiliano di nascita, cresciuto negli Stati Uniti e olandese di adozione.

ray romijn

Ray racconta frammenti di vita in giro per il mondo a suon di folk, blues e rock’n’roll, con chitarra e armonica e con il suo aspetto da dandy romantico.
“Spyglass” segue i precedenti “A Winter’s Tale” (2018) e “Above The Clouds” (2017).

Registrato e autoprodotto in analogico da Ray Romijn con la musicista Birgit Waadenburg, che suona il violino nella title track, “Spyglass” è il risultato di una home recording in puro stile low fi grazie all’ausilio di un telefono e di un vecchio computer.

Dalle influenze dei Rolling Stones in “Native Narrative”, al poetry slang della title-track, passando per il tema western cowboy di “Johnny” e la malinconia bucolica inglese di “10 High Streets”.

L’ ep è disponibile dal 29 giugno su tutte le piattaforme musicali, inclusa una bonus track su Bandcamp dove è possibile il download dell’album.

Ascolta il brano

Open in Spotify

nv-author-image

Roberto

Appassionato di Musica, mi piace ascoltare i brani degli artisti emergenti e condividerli con il pubblico.

Condividi questo articolo!

Vuoi entrare in un circuito di distribuzione e diffusione, in modo semplice e veloce?

promo emergenti

Il progetto ha la mission di incentivare la creatività, sviluppando una rete indipendente, alternativa al mainstream, che permetta agli artisti di avere visibilità, guadagni e sbocchi che rendano la loro attività artistica sostenibile. E’ ispirato alla filosofia Punk del DIY (Do It Yourself), dove l’unione di fanzine, giornalisti, promoter, manager, etichette discografiche, locali fuori dal circuito delle Major, creò un filone con un suo pubblico ed una sua identità.