Vai al contenuto
  • 3 min read

MR. D: KID’S DREAM è il debut album

Kid’s dream è il debut album di MR. D, moniker dietro il quale si cela Daniele Fioretti, musicista marchigiano che, come musicista one man band con la sua chitarra e come tour manager per band estere per i tour europei, vive in continuo movimento tra le città d’Europa.

Il disco, uscito il 29 aprile per la Bloody Sound Fucktory e prodotto da Loop Collective, è stato anticipato dal singolo “Wonderful Stranger”, accompagnato dal video visibile a questo link: https://youtu.be/zJTVDHw-3rg

Kid’s dream è una raccolta intima di storie che nascono dai viaggi di Daniele, dai confronti con le centinaia di persone incontrate lungo la sua strada, dalle molteplici preziose esperienze vissute in prima persona e dalle sue radici.

Con Kid’s dream MR. D ci apre le porte del suo mondo fatto di Rock e di Blues, di quel suono nato in America per raccontare le proprie storie vissute sulla strada di kerouacchiana memoria. Il suono di una chitarra con il riverbero della stanza e una voce che graffia il nastro, quasi a riportarci alla sensazione delle registrazioni su nastro analogico.

Il disco si apre con “You can’t take my soul”, prima canzone composta dall’artista, una sorta di prefazione del disco e, successivamente, la tracklist segue un ordine cronologico temporale.

Daniele ci fa rivivere gli anni di prigionia di suo nonno, poi ci parla dell’importanza dell’arte che è sempre stata presente nella sua famiglia, fino a raccontarci di tutte le esperienze vissute macinando km su km e girando per il mondo, sempre accompagnato dalla musica, compagna fedele.
“Facendo tanta strada inevitabilmente si acquisiscono consapevolezze, talvolta queste ti fanno perdere pezzi per strada.

Il blues è sempre lì a farti compagnia, ma le rotte cambiano e gli incontri ti fanno conoscere mete che neanche pensavi avresti mai visitato. Un viaggio che inizia e finisce in provincia, passa per le grandi città d’Europa e sogna tanto quelle acque da dove tutto nacque. Nella società della mercificazione ho scelto di usare il rock’n’roll come arma per combatterla e come simbolo di appartenenza e di rivoluzione personale. Non solo una cifra stilista, ma un modo di vivere.”. Mr. D

mr. d kids dreamTRACKLIST
01- You can’t take my soul
02- Wuppertal
03- The artists
04- Capitalism, true story
05- I sing my song
06- Slowing down
07- Kids’ dreams
08- Don’t run
09- Hotel
10- Wonderful stranger

CREDITI ALBUM
Scritto e suonato da Daniele Fioretti
Registrato, mixato e masterizzato da Mattia Coletti at Zeno Studio Mobile
Label, Bloody Sound Fucktory
Prodotto da Loop Collective

Mr. D BIO

Mr. D all’anagrafe Daniele Fioretti, suona da sempre con la Band di Famiglia The Gentlemens posizionato dietro i tamburi, un progetto che nasce sulle orme del punk blues. Negli anni esplora dimensioni diverse sempre a cavallo della matrice madre il blues. In sala prove inizia a muoversi tra le chitarre e la batteria, sposta un rullante a terra modifica un pedale e compra il supporto per armonica: nasce così MR. Deadly One Bad Man, il progetto solista che lo fece girare tutta Europa all’insegna del rock’n’roll a volumi devastanti.

“Tutto questo, la strada, gli incontri e le esperienze hanno contribuito ad essere la persona che sono, ad essere Mr. D e a scrivere questo disco.“.
Esce il 29 aprile il suo debut album con il nuovo progetto, dal titolo Kid’s Dream.

nv-author-image

Roberto

Appassionato di Musica, mi piace ascoltare i brani degli artisti emergenti e condividerli con il pubblico.

Condividi questo articolo!

Vuoi entrare in un circuito di distribuzione e diffusione, in modo semplice e veloce?

promo emergenti

Il progetto ha la mission di incentivare la creatività, sviluppando una rete indipendente, alternativa al mainstream, che permetta agli artisti di avere visibilità, guadagni e sbocchi che rendano la loro attività artistica sostenibile. E’ ispirato alla filosofia Punk del DIY (Do It Yourself), dove l’unione di fanzine, giornalisti, promoter, manager, etichette discografiche, locali fuori dal circuito delle Major, creò un filone con un suo pubblico ed una sua identità.