Read Time:5 Minute, 36 Second

Il cantautore Marcello Romeo cresce artisticamente a Bologna, ascoltando la musica dei grandi cantautori.

Negli anni ha l’occasione di conoscere e collaborare con importanti figure del mondo di arte e spettacolo, come Dalla, Bennato e Tozzi, per citarne alcuni.

Dopo le prime pubblicazioni discografiche, giungere ad intraprendere un proprio percorso artistico, grazie all’ingresso nell’etichetta PMS Studio. La nuova collaborazione lo porta alla pubblicazione del maxi ‘Dentro Una Cometa’, dell’EP ‘Duets’ (con importanti collaborazioni e duetti) e del singolo ‘La grammatica del cuore’ (con Ignazio Pittari e Federico Aicardi).

Inoltre Romeo è compositore ed autore per altri artisti e produttore discografico della label Playtune Records (del gruppo PMS Studio). Le creazioni però non si limitano alla musica, infatti ha anche realizzato spettacoli teatrali, format musicali in teatro e varietà.

Nel 2020 pubblica, con la PMS Studio, l’ ‘La bottega dei pasticci’ ed il singolo ‘Smeraldo e Catrame’.

A febbraio è uscito il suo , dal titolo ‘Dolce Amaro’, per l’etichetta PMS Studio. 

Una raccolta contenente 12 tracce, fra inediti e rivisitazioni di brani pubblicati in passato. 

Il lavoro è stato accompagnato dal videoclip di ‘Mani Leggere’, uno dei brani contenuti.

L’opera è dedicata a Silvano Silvi, recentemente scomparso, autore del programma tv ‘Dolceamaro’. Silvano è stato conduttore televisivo, voce radiofonica degli anni ’70, talent scout e manager e fu il primo a credere in Marcello, accompagnandolo in una sala di registrazione.

Il titolo evidenzia da subito la dicotomia presente nell’album, come giorno e notte, gioia e dramma, dolce ed amaro, poiché questa è l’altalena della vita.

La copertina, su fondo nero, mostra parte di un primo piano in bianco e nero di Romeo che, coperto da grandi occhiali scuri, pare quasi sfuggente. Anche la grafica usata per il titolo anticipa il dualismo dell’album, contrapponendo le parole ‘dolce’ ed ‘amaro’ in una sorta di riflesso.

A questo punto analizziamo i brani nel dettaglio.

Apre ‘Zattera di sale’, registrata in PMS ed arrangiata da Raffaele Montanari.

Il , la cui drammaticità si evince dal , tratta un argomento di grande attualità, ovvero la storia di chi affida la propria speranza al mare e ad una zattera, vista come possibilità e speranza in un futuro.

A breve uscirà il toccante ed emozionale videoclip.

‘Smeraldo e catrame’, arrangiato da Roberto Costa (docente al Conservatorio, memoria musicale di 30 anni con Dalla, arrangiatore di Caruso e molto altro) e prodotto da PMS Studio, è stato pubblicato nel 2020.

La traccia racconta il mistero della scomparsa della Contessa Francesca Vacca Augusta ma vuole anche essere un omaggio al grande .

Il videoclip è una successione di suggestive immagini in bianco e nero, che ben si adattano alla dolcezza di parole e musica.

‘Senza ostacoli’, registrato in PMS con arrangiamenti di Raffaele Montanari e musicisti della casa discografica, vede la partecipazione di Serenella Occhipinti.

Pezzo da ascoltare tutto d’un fiato, è una poesia recitata in due. La coppia, che finalmente ha capito l’inutilità di rincorrersi e continuare un’esistenza di dolore, decide di provare ad allontanarsi; però qualcosa non torna perché, aprendo la porta ed accarezzando il vento, nella mente entra un invadente futuro ancora insieme.

L’inedito ‘La mela baciata’ è stato registrato presso l’Open Digital Studio di Vasco Rossi ed arrangiato da Nicola Venieri, suo collaboratore.

La canzone racconta la storia di due ragazzi che studiavano a Bologna negli anni ’50, con una vespa ed una chitarra. 

Parte del testo proviene da un foglietto ritrovato da Marcello in un libro della biblioteca dell’università di Bologna e probabilmente risalente a quei tempi.

‘Napoletana expressa’ è stato arrangiato da Rod Mannara.

Un altro mondo, una donna bellissima, un rossetto che luccica al sole, una bimba che ruba il pane, una storia vissuta a Napoli, una torre d’avorio smaltata di strazio ed un amore eterno che prevale sfiorando l’immenso, ovvero l’amore per questa città.

‘La grammatica del cuore’, uscito un anno fa, è stato registrato ed arrangiato in PMS, con Federico Aicardi ed Ignazio Pittari.

Si tratta di una storia d’amore nata fra le mura del conservatorio. Il magnetico videoclip ha come magica ambientazione un teatro, in cui vanno in scena personaggi dei fumetti americani.

‘Mani leggere’ è stato arrangiato da Raffaele Montanari e prodotto da PMS, con la splendida voce di Serenella Occhipinti.

Un uomo descrive la donna di cui è innamorato all’insaputa di lei. Nel racconto però viene disegnato un futuro che arriva improvviso, a ricordare che il tempo è cambiato ed il passato è già superato; l’uomo capisce allora che non ha più voglia di essere un domani come tanti. 

Nel videoclip Marcello, seduto al pianoforte, è accompagnato dagli splendidi passi di danza della ballerina Laura Camassa. Particolare e simbolica la scelta di alternare l’immagine di lui, dapprima in bianco e nero (con camicia bianca e barba) e poi a colori (con camicia nera e senza barba), con quella di lei, che viene invece sempre mantenuta a colori. 

‘Dai vieni al mare’ ha una storia molto particolare. Fra la fine degli anni ’70 ed i primissimi anni ’80, con la band di allora, Romeo registrò alcune tracce che ora è riuscito a recuperare. Con sua grande sorpresa, i brani erano attualissimi e sembravano appena incisi, così Montanari ha voluto inserirne uno nel nuovo album.

‘L’estate è già qui’, singolo uscito tempo fa, vede la collaborazione con Denise Turrini. 

In un momento in cui tutti noi ci auguriamo di tornare a vivere più spensierati, viene riproposto un brano che tratta dell’inverno che prima o poi lascerà il posto ad un’estate che avanza.

Il videoclip, dal sapore amarcord, riporta scene ed immagini tipiche delle estati in spiaggia degli anni ’80.

‘Lambretta 61’, cantato insieme alla splendida Simona Rae e tratto da un testo autobiografico di Gabriella Musolesi, è la storia di un amore eterno, che nasce nelle vie del centro di Bologna e sfreccia su di una lambretta rossa.

‘Ghibli’, arrangiato da Ettore Cimpincio, con la magistrale interpretazione femminile di Melissa La Giglia, è la rivisitazione di un brano di successo di alcuni anni fa.

Il videoclip è una successione di scene molto suggestive, tra mare, sabbia, splendide donne ed una sfrenata corsa di cavalli bianchi. Il tema della contrapposizione, sempre presente, viene qui sottolineato in chiusura, con il  passaggio della pellicola dal colore al bianco e nero.

Chiude l’opera ‘La ragazza di via Paradiso’. Il pezzo, cantato con Rod Mannara, è la rivisitazione in chiave moderna di un brano di parecchi anni addietro. Tematica, una storia d’amore al tempo dei mondiali ’82.

Marcello Romeo, ricordandoci che in ogni yin c’è sempre un po’ di yang e viceversa, in questo splendido album riesce magistralmente a far convivere dolcezza e grinta, passato e futuro, reale ed immaginario, etereo e corporeo, eterno ed effimero… dolce ed amaro!

Stefania Castino

Close