izimbra2021

IZimbra Music Fest presenta a Napoli il live di GNAWA BAMBARA

IZIMBRA MUSIC FEST
II^ edizione

Nel cartellone”Estate a 2021″ promosso dall’Assessorato all’Istruzione, alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, si svolge l’evento rassegna musicale dedicata alla world music, contaminazione e condivisione di tradizioni popolari e culture mediterranee.

Mercoledi 1 Settembre
, alle ore 21:00 
presso il cortile del Maschio Angioino (Piazza Municipio), il Marocco incontro Napoli. La serata, intitolata “Trance Mediterranea“, è l’incontro tra la “trance music ” dei Gnawa del Marocco e i suoni ipnotici e contaminati dell’ensemble napoletano PS5. “Un esperimento musicale, un viaggio immaginario attraverso il Mediterraneo, una straordinaria fusione tra generi e sentimenti.”

Ingresso: biglietto euro 12,00 al botteghino oppure euro 10+d.p. in prevendita al seguente link

altre info www.izimbraculture.it/2021/08/22/trance-mediterranea/

Dopo gli eventi di maggio e luglio con i concerti di Cantiga de la SerenaArs Nova NapoliRachele Andrioli/Redi Hasa/Rocco Nigro ed Elettro-Mascariminì l’Associazione IZimbra Culture torna a proporre world music al centro di Napoli.
La rassegna, curata da Savelli e Marcello Squillante, ha l’obiettivo di proporre attività musicali dedite alla contaminazione artistica, lo scambio culturale e l’interazione tra musicisti di estrazione diversa ma accumunati dallo spirito migrante che vede Napoli come baricentro grazie al ruolo strategico al centro del Mediterraneo con l
e sue molteplici sonorità.


GNAWA BAMBARA meet PS5- PIETRO SANTANGELO QUINTET

izimbra2021

ABDENBI EL GADARI E GNAWA BAMBARA (Marocco)

Una delle tradizioni nordafricane più interessanti e ricche di implicazioni culturali e religiose. I riti e le liturgie gnawa sono fondati sulla e sulla danza e hanno scopi, per così dire, terapeutici. Servono infatti a reintegrare e a riequilibrare le energie fondamentali del corpo umano e nello stesso tempo a riconciliarsi e ad allearsi con i geni della possessione attraverso il raggiungimento di un’estasi mistica. Oltre a essere stata da sempre oggetto di studi da parte di antropologi e di etnomusicologi la “trance music” dei Gnawa ha suscitato spesso e volentieri l’interesse di numerosi musicisti occidentali, in forza di una circolarità ritmica dalla quale è pressoché impossibile non farsi trascinare.
Maestro di cerimonie è Abdenbi El Gadari, suonatore di g’mbri (il liuto-tamburo) e di t’bel (grosso tamburo a doppia membrana),accompagnato per l’occasione da altri due musicisti-danzatori che si servono della voce e dei qaraqeb (castagnette in metallo) per indurre lo stato di trance.
Abdenbi El Gadari

PS5 – PIETRO SANTANGELO QUINTET (Napoli)

L’ensemble partenopeo guidato da Pietro Santangelo ( Nu Guinea, Slivovitz, Fitness for Ever) ha un di matrice jazz con influenze che attingono dalla tradizione partenopea per raggiungere sonorità con radici afrobeat risultando un esperimento musicale in cui risuonano ricordi stratificati e sentimenti nascosti, come se sorgessero direttamente dalla parte più recondita dell’inconscio, sospendendo il flusso-coscienza.L’obiettivo del collettivo è creare uno stato di trance e scavalcare la ragione umana attraverso un immaginario viaggio di andata e ritorno attraverso il Mar Mediterraneo e l’Oceano Atlantico, collegando idealmente Napoli con il Nord e l’Africa subsahariana e l’America Latina. Oltre a Pietro Santangelo, ai sassofoni tenore e soprano, il collettivo è composto dal percussionista Paolo Bianconcini, il sassofonista Giuseppe Giroffi, il bassista Vincenzo Lamagna e il batterista Salvatore Rainone. A IZimbra Music Fest il collettivo presenterà i brani del album “ Unconscious Collective”, uscito lo scorso maggio per l’etichetta Hyperjazz Records
PS5
INFO & CONTATTI
IZimbra Culture
www.izimbraculture.it
Tel +39 3392558773
https://www.izimbraculture.it/ 
https://www.facebook.com/izimbramusic/
https://www.instagram.com/izimbraculture/
Leggi anche  OPRIO – “CHAOS” È IL SINGOLO CHE SEGNA IL RITORNO DEL RAPPER
CONTINUA A LEGGERE