intervista con ilmostrodellaband

ilmostrodellaband

É finalmente svelato il mondo del progetto solista di Tiziano Piu che si compone di cinque tracce di un alternative rock disturbante, con il vanto della produzione di Kazemijazi. Parliamo di L’abbandono, l’EP di debutto de Ilmostrodellaband.

Il disco spazia dall’elettronica anni’80, all’indie rock ’90 guardando però ai giorni nostri. I brani sono molto autobiografici, legati a sentimenti, emozioni, sensazioni, vicissitudini dell’autore.

Abbiamo rivolto qualche domanda a Ilmostrodellaband

ilmostrodellaband

Che rapporto hai con le nuove uscite musicali? Ti piace scoprire nuovi progetti o ti rifugi sempre negli stessi dischi? Dove ascolti la musica?

Il mio rapporto con la musica è cambiato, prima ero più assetato e un po’ mi dispiace. Naturalmente cerco sempre di scoprire nuovi artisti e penso che nel sottobosco ci sia un fermento musicale fantastico. Poi è vero pure che ho i miei punti di riferimento e dopo un po’ ritorno sempre ai “vecchi” artisti che hanno segnato in modo permanente la mia esistenza.
Ascolto la musica quando sono in macchina, tengo a sottolineare che metto dischi, non radio!

Com’era la prima canzone che hai scritto? Com’era? Cos’è cambiato?

Credo fosse relativa a qualche problema esistenziale adolescenziale. Era molto semplice, come le cose che scrivo adesso, probabilmente testo e melodia non avevano raggiunto quella maturazione che riesci a scoprire nel tempo.

Che cos’altro riempie il tuo tempo libero, oltre la musica?

Faccio il padre di un bambino meraviglioso, direi che oltre la musica il mio tempo libero lo impiego in questo. Tutto ciò mi appaga, mi da forza ed è anche fonte di ispirazione

In che modo “L’abbandono” ti rappresenta?

Mi rappresenta perché è una via di uscita importante, abbiamo bisogno tutti di abbandonarci a ciò che veramente siamo, a quello che vogliamo inseguire o che ci piace fare. Quindi il mio abbandono è assolutamente terapeutico.

Segui ilmostrodellaband

DM Staff Roberto

Appassionato di Musica, mi piace ascoltare i brani degli artisti emergenti e condividerli con il pubblico.

Potrebbero interessarti anche...