Vai al contenuto
  • 3 min read

Intervista con i Tothem

Ecco cosa ci hanno raccontato i Tothem nell’intervista a pochi giorni dall’uscita di Celebrate

Com’è stata la vostra esperienza live in Romania? Che cosa vi ha portato là?

E’ stata davvero grandiosa, siamo stati più volte e c’è un pubblico davvero partecipativo. C’è una generazione di ragazzi (molto giovani) che va ai concerti anche con -13 gradi fuori.

Se volessimo fare un paragone è un pò come l’Italia negli anni 70-80. La musica dal vivo lì è davvero molto seguita. Non è un caso che la maggior parte delle più importanti Rock band di oggi hanno in cartellone concerti in Romania. Noi abbiamo avuto l’intuizione, in un mercato dove è difficile emergere, di spostarci in un Paese ancora poco “battuto” dai gruppi esteri ma con un pubblico in loco già pronto.

La prima volta siamo andati e abbiamo suonato una loro canzone popolare (riarrangiata a modo nostro). Fu un grande successo, ne parlarono anche i quotidiani. In uno dei nostri concerti abbiamo avuto il piacere di ospitare l’autore della canzone (leggenda nazionale). Ricordi indelebili.

Come cambiano le cose all’estero rispetto all’Italia?

Per una Rock band le differenze sono molteplici. Sicuramente c’è un’attenzione maggiore e una voglia di ascoltare musicisti dal vivo. E’ una questione culturale, in Italia si fa più fatica. In particolare tra gli emergenti. Siamo molto bravi con i big del Rock, un pochino meno con chi meriterebbe palcoscenici più grandi.

Celebrate anticipa un nuovo album? Cosa potete anticiparci?

Celebrate è un brano di evoluzione per noi. Lo abbiamo scritto appositamente per l’avventura di “Una Voce per San Marino” ma che traccia sicuramente un nuovo percorso. Vogliamo provare a scrivere musica fresca e fruibile, mantenendo le nostre peculiarità. Al momento ci concentreremo sul rilascio di alcuni singoli (chissà magari anche un featuring) che probabilmente andranno in un album che vedrà la luce il prossimo anno. Siamo una band molto legata agli album, ma siamo consapevoli che oggi bisogna avere singoli di livello per fare un passo ulteriore.

Qual è la connessione tra il brano e la copertina?

“Celebrate” è la sintesi della ricerca del benessere e dell’autenticità. Il filtro, il visore, gli occhiali con cui guardiamo il mondo sono solo lo schermo che ci allontana dalla realtà per quello che puramente è. “Let’s Celebrate this life of mine!”.

Cosa succederà adesso?

Bella domanda. Ci sentiamo dentro ad un importante progetto, grazie al supporto di un team di professionisti che credono in noi e nella nostra musica. Era tempo che attendevamo questo momento, dopo anni passati all’estero questo riconoscimento ci dà grande energia. Ci manca solo poter tornare a breve sul palco, che è la dimensione dove riusciamo a dare il meglio. Noi siamo pronti!

Segui i Tothem su Facebook | Instagram

Tag:
nv-author-image

Roberto

Appassionato di Musica, mi piace ascoltare i brani degli artisti emergenti e condividerli con il pubblico.

Continua
50%