Read Time:3 Minute, 32 Second

RUMATERA BENETTON RUGBY, nasce una nuova coppia made in Veneto tra musica e sport!

La band ha scritto infatti il nuovo inno del club, LEONI. Dopo l’anteprima di oggi su Radio PiterPan, domani allo Stadio comunale di Monigo i Rumatera saranno ospiti prima del match Benetton Rugby vs DHL Stormers, match inaugurale dello United Rugby Championship. Il brano sarà disponibile su tutte le piattaforme digitali dal 1° ottobre. 

Rumatera sono stati in grado di unire le tradizioni della propria terra e l’uso del dialetto alla scuola californiana punk-rock degli anni ‘90. Un legame indissolubile con il Veneto, di cui cantano storie e sfaccettature: culla condivisa con Benetton Rugby, eccellenza sportiva della regione. Le radici comuni hanno portato a una sinergia che vede in LEONI uno spirito, un’attitudine, una regola di vita, sopra un palco o su un campo da gioco.

LEONI” fa seguito allo storico inno “Anima Bianco Verde” che ha accompagnato il Benetton Rugby dal 2007 ad oggi. Un brano composto dal trevigiano Red Canzian e da Stefano D’Orazio, arrangiato da Bruno Zucchetti e con la voce di Marco Guerzoni. Due inni quindi che calzano alla perfezione rispetto all’epoca rugbistica attraversata dalla franchigia trevigiana. Il primo, che ha rappresentato il percorso del Benetton Rugby nel passaggio tra il tramonto delle conquiste in campo italiano e gli albori dell’inserimento nella Celtic League, rappresentando i Leoni in campo internazionale, con il coronamento del successo nella Rainbow Cup. Il testimone ora passa al secondo, che configura il club biancoverde all’inizio della nuova avventura nello United Rugby Championship, in una veste nuova ed effervescente.

Leggi anche:  intervista ai Rebel Bit, un 2022 ricco di scoperte e progetti

Ne abbiamo parlato con i Rumatera!

Qual è il vostro posto nella scena italiana musicale?

I Rumatera sono i tosi de campagna d’italia siamo quelli che vengono dalla provincia e sono fieri delle loro origini. Non vogliamo far finta di essere come quelli di città. Possiamo dire che musicalmente e culturalmente siamo i figli del ragazzo della via Gluck.

Avete già avuto modo di esibirvi dal vivo da quando è possibile? Com’è andata?

Si abbiamo fatto dei concerti quest’estate, il pubblico doveva stare seduto e distanziato e così ci siamo messi seduti anche noi e abbiamo tirato su uno spettacolo acustico. E’ stato molto bello ed emozionante perché nell’acusico si crea molta intimità col pubblico. L’atmosfera era quella di una cantata in compagnia ad un falò in spiaggia.

Quali sono i tre brani che sono stati fondamentali per la vostra formazione che vi mettono tutti daccordo?

What’s my age again? dei Blink 182

Party Hard di Andrew W.K.

Disco Pogo dei Die Atzen

Di cosa parla Leoni, il vostro ultimo singolo?

Leoni è l’inno che abbiamo scritto per la Benetton Rugby la squadra di Rugby di Treviso. Parla dei valori della squadra e dello sport del rugby, valori come la lealtà, l’umiltà e l’amicizia. Parla anche el terzo tempo però che è quella parte del match dove si celebra la partita con svariati brindisi e dove anche noi possiamo dire una parola in piazza 

Prossimi step?

Rincominciare a pieno regime con la musica live ed un nuovo album per il 2022

Close