Read Time:3 Minute, 20 Second

Sono giovani e sono bravi, sono gli Ecklettica. La band romana  ha pubblicato lo scorso giugno il “Una vita stronza”, uno specchio della loro generazione, con sonorità che rimandano all’album di Franco Battiato “La voce del padrone”. Il videoclip del è stato diretto da Riccardo Cesaretti. Gli Ecklettica nascono nel 2012 e la formazione comprende Gianmarco Romanelli(voce), Gianmarco Restante (batteria), Matteo Cortini (chitarra) e Luca Molinari (tastiera).

Chi sono gli Ecklettica? Come vi descrivereste in 3 parole?
Gli Ecklettica sono un gruppo di personaggi che si sono trovati a fare quasi per caso. Con personalità abbastanza caratteristiche e sfaccettature pittoresche hanno molta fantasia ed una forte ambizione che li spinge a credere in quello che fanno senza risparmiarsi. Con tante idee e voglia di sperimentare vogliono arrivare più in alto possibile andando dritti verso il loro obbiettivo. In tre parole tenaci, fantasiosi e goliardici.

Avete dichiarato che il vostro , “Una Vita Stronza”, è una sorta di inno al divertimento. Come vi divertite solitamente?
Il divertimento sta nelle piccole cose, la compagnia è il fattore fondamentale. Ci piace essere autoironici, fattore fondamentale per lasciarsi andare ed il sarcasmo e no sense fanno da padrone. Fantastichiamo anche sulle situazioni che ci accadono e renderle improbabili fino al limite del paradossale, uno degli esempi più divertenti è un ipotetico viaggio in Thailandia fatto da Jimmy, Matteo e Luca insieme ad altri due amici. Abbiamo fatto accadere una serie di eventi unici sfiorando un film dalla trama hollywoodiana con risvolti tragicomici, il tutto è stato immaginato davanti ad una semplice birra con gli amici di una vita.

Qualche anticipazione sul disco in uscita nei prossimi mesi?

Sarà un disco vario, si passa da brani con un sound più morbido, intimo ad un sound più aggressivo ed esplosivo. I testi vanno da pensieri più personali e profondi fino ad arrivare a situazioni più  “generiche” , se cosi si può dire; ragionando per immagini quando facciamo musica, abbiamo voluto dare l’idea di tanti piccoli quadri che racchiudono situazioni, pensieri ed emozioni personali.

È complicato mettere insieme delle canzoni di qualità che possano raggiungere un buon numero di persone?
Se hai la giusta ispirazione no, molte delle canzoni scritte da noi sono venute di getto e sono state quasi tutte un “buona la prima” a livello di , mentre invece per l’arrangiamento ci vuole necessariamente più tempo e deve essere cucito su le sensazioni che il testo trasmette. Per qualità delle canzoni, secondo noi, dipende sempre da quello che hai da dire. Sicuramente il come e il dove le incidi resta fondamentale ma basta anche solo piano e voce o chitarra e voce per fare una canzone di qualità e che arrivi diretta al pubblico .

Cosa ne pensate della scena musicale contemporanea?
È un bel casino, fortunatamente la qualità resiste ancora ed artisti che sanno fare il loro mestiere, che hanno qualcosa da dire e che hanno passione, che trasmetto emozioni ancora ci sono, sono tanti ringraziando non si sa chi, ma il mercato è saturo di artisti e si può dire che la qualità è scesa di molto. Ad oggi, con la potenza e la facilità dell’uso dei mezzi di comunicazione che si hanno, tutti hanno la possibilità di diventare artisti, musicisti, cantanti, attori e via discorrendo e cosi anche i così detti fenomeni da baraccone occupano spazio a chi merita davvero visibilità. Il web è diventato un gigantesco bazar dove purtroppo, l’idiozia surclassa la qualità nella maggior parte dei casi.

Infine, quali sono i prossimi progetti degli Ecklettica?
Abbiamo intenzione di far uscire un terzo singolo per la stagione autunnale, mentre il disco completo verso la fine dell’anno. Ci stiamo muovendo per tornare il più in fretta possibile sul palco, la sensazione di salire ed avere le persone davanti ci manca tantissimo e abbiamo una vera e propria crisi d’astinenza! Ovviamente vanno limati tutti i dettagli e l’imprevedibilità di questi tempi rende tutto più intricato, ma siamo fiduciosi e agguerriti.

Close