October 25, 2021

Siamo di nuovo in compagnia di un grande che, nel 2015, è stato  decretato da  Rockol, vincitore del d’argento per la sua “Un Giorno Nuovo“, inserito nel suo primo album, “LE COSE CHE NON TORNANO”, che vanta ben  15.000 copie vendute.

Ma rivolgiamo direttamente a lui qualche domanda, soprattutto riguardo il suo ultimo singolo “PUOI AMARMI  SE VUOI”  che ha ottenuto oltre 15.000 streaming in 10 giorni e 50.000 views in poco meno di due settimane…

Ben ritrovato Emanuele…

Allora 15.000streaming Spotifty in 10 giorni e più di 50.000 views su You Tube in  due settimane nemmeno…direi un risultato strepitoso, ben oltre le tue aspettative forse, Cosa ne pensi a riguardo…?

Ciao Sonia, ben ritrovata.. sul brano mi aspettavo sicuramente un riscontro, perché il brano è vero !! Non ci sono falsità nel testo però, a dirti la verità,  non mi aspettavo di entrare nuovamente in classifica con un brano che va contro ogni dinamica  “dinamica”radiofonica…

A proposito di “PUOI AMAMI SE VUOI” hai dichiarato “Noi tutti siamo, per frenesia, per disamore,  per violenza, per egoismo, per falsi e fugaci miti, soggiogati e impauriti. Abbiamo una soluzione: la semplicità “ Quanto è difficile alle volte, essere semplici…?”

Essere semplici e la cosa più difficile. Ogni giorno vedo persone imitare, appunto dei falsi miti pur di emergere, ma rimanere se stessi è la vera vittoria. 

Il titolo stesso è curioso, la resa condizionale dell’invito ad amare, sembra suggerire una presa di distanza, ma non di lontananza…si vuole lasciare tutto nella spontaneità, senza obblighi né vincoli ma, quante volte, spesso, mettiamo, in amore, dei paletti…dei freni che poi, di conseguenza, bloccano anche i sentimenti, facendoli arretrare…?

L’amore come sempre detto non può essere mai un ostacolo, ma sempre un punto di forza per una coppia. Una causa di forza maggiore che ti travolge e non possiamo ignorarlo… Quando arriva bisogna rispettarlo e soprattutto coltivarlo.

In questo brano la strumentalità è quasi sfuggente rispetto alla tua voce, che invece arriva in modo diretto e quasi amplificata dall’emotività, è qualcosa di voluto o è sorto tutto spontaneamente…?

Il brano è stato scritto a quattro mani con il mio collaboratore Gennaro Cinquegrana. Per quasi due mesi ci siamo messi ogni notte a buttare giù pensieri e melodie. Puoi amarmi  se vuoi è nata così…all’improvviso, ho raccontato un episodio della mia e insieme al mio braccio destro abbiamo messo tutto su carta. Le parole  andavano da sè … perciò è stato tutto naturale, non abbiamo pensato a sfornare un singolo..

Parliamo ora del …che  è molto concentrato sulle fotografie, sulla resa di un’immagine e sull’effetto che suscita in chi la guarda…Quanto immortalare un momento, vivifica un sentimento, secondo il tuo punto di vista e, qual è il messaggio che il video vuole trasmettere…?

Il video è stato girato sul lago d’Iseo, insieme al regista abbiamo deciso di far emergere l’unico sentimento che fa muovere il mondo, ovvero l’amore… rincontrarsi dopo tanti anni ma rimanere sempre se stessi e ricominciare da dove si è interrotto…

Inutile ricordare il tuo grande successo a Londra e la serie di live nella capitale inglese a cui farai presto ritorno…

Si l’11 febbraio sono stato al The Other  Palace di Londra, un importantissimo teatro del West end… Abbiamo registrato insieme al mio staff (perché senza di loro tutto questo non poteva essere possibile) un incredibile Sold out …150 persone paganti e che hanno saputo cogliere e apprezzare la mia voce

A proposito di questo evento, la mondanità della situazione non ha messo in ombra la tua semplicità e il tuo voler essere grato anche alle persone che ti sono vicine e che ti sostengono, prima fra tutti la tua ragazza, a cui hai offerto un romantico bacio …

Ebbene si, durante il concerto di cui ti ho parlato un attimo fa…ho dedicato a lei una canzone…il titolo è “IL DESTINO NON DEVE PARLARE”, un brano in realtà mai uscito, e che ho cantato in anteprima proprio a Londra…scritta appositamente per lei…

E’ straordinario come un cantautore italiano indipendente, riesca ad ottenere un così grande riscontro da parte di un pubblico internazionale, portando la bandiera del cantautorato italiano  in una città’ così importante  per la storia della musica…

Sinceramente non mi aspettavo nemmeno io tutto questo riscontro da parte del pubblico londinese, però penso che se un artista lavora bene E non molla mai riesce sempre ad ottenere qualche risultato. Certo sono onesto sono consapevole che e quasi impossibile al giorno d’oggi per ristorare un soldo out nella capitale della musica e di questo sono onorato e motivato a fare sempre di più.

Sonia Bellin

Articoli correlati

Close