Read Time:3 Minute, 39 Second

Uscito il 01 ottobre 2021 “Comprare le calze, il nuovo singolo de Il Generatore di Tensione. Un nuovo capitolo per il duo di Bologna, un’atipica canzone d’amore, a tratti sfacciatamente pop, che descrive le piccole mancanze, la quotidianità e quel sentimento autentico che si prova anche quando si va a comprare un paio di calze.

Ecco cosa ci hanno raccontato i “il generatore di tensione”

Come avete impiegato il tempo concesso dalla pandemia? 

Durante la pandemia sono successe tante cose nelle nostre vite, abbiamo cambiato tante case e ci siamo trasferiti. A livello musicale, durante il primo lockdown ci siamo divertiti con alcune cover in cui abbiamo coinvolto anche alcuni amici che sono ottimi musicisti. Poi abbiamo ripreso a lavorare alle nostre canzoni per pubblicare il doppio singolo Una canzone per addormentarsi piangendo” a giugno, Comprare le calze” a ottobre e preparare una sorpresa che uscirà a novembre. 

Quando siete entrati in contatto con la musica e quando avete capito che sarebbe stata per sempre parte della vostra vita? Avete mai dubbi a riguardo? 

Entrambi siamo entrati in contatto con la musica molto presto. Simone ha da sempre ascoltato il pianoforte di sua mamma, il violoncello di suo papà e a 10 anni ha afferrato la sua prima chitarra. Roberto da piccolo cantava sui lettini in spiaggia e a 10 anni ha cantato per la prima volta davanti ad un pubblico, quello è stato il punto di non ritorno. A noi le canzoni, prima delle discussioni, hanno insegnato a emozionarci, a dire le cose difficili. Sono la nostra via per capire noi stessi, trovarci, e poi raccontarci. Sono la nostra dimensione e non vogliamo lasciarla. Vogliamo che questo diventi il modo in cui paghiamo le bollette. Ma per questo c’è ancora un podi strada da fare. 

Ci sono altre arti, come per esempio il cinema, letteratura o altro, che sono in grado di influenzarvi musicalmente? 

Assolutamente sì. Ma ci verrebbe da spingere ancora più in là sostenendo che nelle nostre canzoni ci siamo molto anche del lavoro di Roberto e degli studi di scienze politiche di Simone. La nostra sensibilità e i nostri pensieri sono spugnosi e assorbono tanto dalle canzoni che ascoltiamo quanto dai film che guardiamo, dalla letteratura o dai saggi che leggiamo, dalle dinamiche che osserviamo. 

Come è nato il vostro nuovo brano Comprare le calze? 

Comprare le calze” nasce nella maniera più banale di tutte: come un racconto di quello che ci è successo. La prima strofa è il racconto, il più schietto e senza retorica possibile, di una storia damore che abbiamo vissuto. I calzini, lEsselunga, i consigli della mamma sono tutte cose vere. Poi da lì abbiamo sviluppato una riflessione su quello che stava succedendo e sono arrivati ritornello e seconda strofa. Cronologicamente, abbiamo iniziato a scrivere i primi versi proprio nel periodo in cui, nel tempo di qualche appuntamento al bar dellEsselunga, la storia che raccontiamo nella canzone stava finendo. 

Quali sono i vostri prossimi step? 

A brevissimo uscirà un nuovo singolo e in questo periodo stiamo lavorando per pubblicare. Abbiamo molte canzoni che vogliamo fare sentire a tutti. Nel frattempo stiamo cercando unetichetta o un management che ci permetta di fare le cose più in grande, fare quello che amiamo fare ma meglio. 

Leggi anche:  Come nasce un brano di Irene Brigitte? l'intervista
Close