caspio

Intervista a caspio dopo il singolo Bilico

Con il brano bilico, caspio manda un chiaro messaggio intergenerazionale: non sprecate la vita sull’orlo di un baratro.

In “bilico” c’è una coppia – giovane o vecchia, poco importa – che non riesce a risolversi, che non riesce ad uscire dal loop delle dinamiche che la stanno avvelenando piano piano. Verrà il momento di prendere una decisione, ma un affetto malato ritarda la scelta. Di giorno in giorno, di anno in anno, fino, quasi, ad odiarsi, a non riconoscersi più. Tutto l’amore che c’è stato e che ancora si percepisce in lontananza, tutta la reciproca conoscenza (“Oggi è un’altra domenica / non t’è piaciuta mai”) si è trasformato in un gorgo di sentimenti negativi da cui sembra impossibile uscire. Recriminazioni, colpevolizzazioni, bugie diventano le caratteristiche di una coppia che non sa affrontare la sfida della solitudine. E qui interviene la voce dell’autore che libera, che lascia andare, cadere, perché a volte l’unica soluzione è quella di buttarsi nell’oscurità di un futuro che non puoi sapere come sarà. Ma che potrebbe anche essere migliore. Perché poi quello che conta è affrontare, sempre e comunque. Scontrarsi con le proprie idee, con gli effetti delle proprie scelte. Buttarsi nel vuoto, se ciò serve a cambiare qualcosa. Precipitare per ritrovare se stessi.

Leggi anche  UN ATTIMO nuovo singolo di Caspio fuori per Le Siepi Dischi

Ecco cosa ci ha raccontato!

Il cantautorato può essere anche elettronico?Si tratta anche del tuo caso?

Credo che il cantautorato fatto di chitarra e voce non possa essere la sua unica forma. Il cantautorato, oggi, deve essere anche elettronico. Per arrivare a tutti, in modi diversi.

Di cosa parla il tuo ultimo singolo dal titolo “bilico”?

bilico” racconta di una coppia che non riesce ad uscire da un gorgo di dinamiche che la stanno avvelenando perché un affetto malato e la paura della solitudine ritardano la scelta inevitabile di lasciarsi. Non è autobiografica, può essere la storia di chiunque. Anch’io mi sono spesso trovato in bilico, quindi ricordo a chi mi ascolta che affrontare gli effetti delle proprie scelte e buttarsi nel vuoto, spesso può significare ritrovare noi stessi.

Cosa è cambiato nel periodo della pubblicazione del precedente “mai”?

Aver fatto pace con me stesso è stato il punto di partenza per discostarsi dall’atmosfera più dark di “Giorni Vuoti” e lavorare un po’ di più di nostalgia e sensazioni, con una sorta di pacifica rassegnazione, con una nuova consapevolezza. “mai” e “bilico” nascono da un nuovo caspio, cui voglio più bene.

Come stai vivendo questo periodo di rinascita?

Se mi chiedessi se sono contento, io che sono sempre insoddisfatto, scettico e un po’ disfattista, oggi ti direi di sì.

Leggi anche  UN ATTIMO nuovo singolo di Caspio fuori per Le Siepi Dischi
Intervista a caspio dopo il singolo Bilico

Qual è il prossimo passo per il progetto caspio? A quando un disco?

Con “bilico” ricordo al pubblico che ci sono, che quella parte di cervello dedicata alla musica va a mille. A presto notizie, magari di un disco.

Altri Articoli Interessanti