INTERVISTA A BE ANGEL

Da diverse settimane presente su tutti i digital store con il suo ultimo singolo “Bellini e Margarita” , abbiamo intervistato Fabrizio Campoli, in arte Be Angel…

Ben ritrovato Fabrizio!

Iniziamo quindi proprio da questo, dal nuovo brano che ti vede protagonista nei diversi canali radio e web… il titolo la dice lunga su come potersi lasciare andare e vivere il divertimento al 100%, si tratta peraltro di un brano estivo…

L’idea dei cocktail nasce spontanea mentre stendevo il testo del brano, canticchiando la melodia ho pensato a tutto quello che ci è mancato dell’estate, i viaggi, le spiagge affollate, andare in disco, ballare, bere qualcosa, gli amici e l’amore

“Bellini e Margarita” è stato da Jinsai Records… ti va di raccontarci il rapporto con la tua etichetta …?

Adoro l’energia di Viviana Rossi, e naturalmente mi ha fatto piacere che dopo aver ascoltato il mio provino la Jinsai si sia interessata diventando operativa con dei ritmi potentissimi

Il brano che ci sta accompagnando negli ultime passeggiate in riva al mare, rivela diverse sfaccettature: da un lato la spensieratezza dell’estate- dunque freschi e leggeri –  dall’altro la lineatura del testo  e le sperimentazioni musicali- un mix tra il indie e sobbalzi elettronici….

Ho sempre onorato l’estate con diversi brani, questo su tutti ha qualcosa di melanconico e di significativo, proprio in virtù del bisogno e della ricerca di leggerezza dopo un vivere molto particolare che ci ha destabilizzato un po’ tutti

Del resto, oltre che autore e musicista, sei anche un di livello, lungo la tua ricca carriera hai attraversato moltissimi generi tra cui anche il pop dance, cercando sempre nuove contaminazioni per poterti esprimere…

Leggi anche  Gabriel Grillotti in radio e nei digital store con “Je Crois C’est Ça L’amour” feat Asha Puthli

Nasco con la degli anni ‘80, ne porto ancora addosso il suo romanticismo, le sue melodie così perfette e evergreen, ma ho sempre ascoltato tutto dall’ che amo, al classico

Quanto è importante per un artista cercare sempre il meglio per sé, oltre che per chi ascolta, porsi obbiettivi, accettare sfide, rinnovarsi….?

L’importante per un artista, è non dirlo, ma esserlo, anche solo per se stessi, si è vero i progetti, le canzoni, devono avere uno spettro di riferimento a largo raggio per essere “commerciale”, ma l’unicità sta nel sentire gratitudine quando si crea, quando si da forma alle proprie emozioni

Uno dei tuoi grandi successi si intitola “Each time you break myheart” e si da il caso che, nel video, si vede come special guest e coprotagonista Elisabetta Gregoraci… com’è nata questa collaborazione…?

Il brano che ci tengo a sottolineare è una cover di Nick Kamen scritto da Madonna, e si, nel video mi ha visto accanto alla bellissima Elisabetta, questo grazie al mio allora produttore Pierlorenzo Bassetti, cui ringrazio ancora per tutte le meravigliose esperienze in cui mi ha immerso

Tra la altre collaborazioni, sono tante quelle con musicisti d’eccezione…. Quale in particolare ti ha spinto a sperimentare qualcosa di nuovo…?

Come collaborazioni, le più in empatia sono state quelle con i LoveForce (Alessandro Di Falco e Claudia Pergamo), le più potenti a livello energetico con Amerigo Provenzano, Dj Nick e Promiseland, la più stilistica con il Maestro Stefano Borzi grazie al quale ho potuto trasformare e ascoltare il mio mondo elettronico in acustico.

Prima di salutarci, qualche curiosità da lasciare al pubblico riguardo i nuovi progetti…?

Leggi anche  Barbara Bert in radio e nei digital store il nuovo singolo “Profilo di donna”

Ho scritto molto e ci sono canzoni che vogliono viaggiare oltre quei depositi elettronici e virtuali, forse il nuovo concept è più maturo, più pop e meno dance, ma ha tanto da raccontare..ascolto solo la semplicità delle emozioni che accadono e lascio che diventino musica

CONTINUA A LEGGERE