I Jackie Brown raccontano Red Line!

7 Jackie Brown

I Jackie Brown sono una band punk rock di Bergamo, lo scorso dicembre hanno pubblicato il loro primo EP intitolato Red Line con il supporto delle etichette indipendenti Gasterecords e 1901Studio.
Si tratta di un EP composto da tre brani punk rock cantati in italiano con voce graffiante e in questa intervista raccontano come sono nati, come ha preso forma il loro EP e con chi vorrebbero condividere il palco!

Benvenuti ragazzi! Raccontateci di voi e della vostra storia, come vi siete formati come band?
Il progetto nasce da due amici di vecchia data, Teo e Gigi, che nel giugno 2018 decidono di riprendere in mano un loro vecchio progetto musicale e di rimetterlo in piedi. Teo conosce Tony, cantante/chitarrista originario di Lecco, e decide di coinvolgerlo e buttarlo nella mischia. La band nasce come “power trio” e così rimane per quasi due anni. A completare e arricchire musicalmente la formazione si aggiunge il bassista Paolo “Bertu”, nel maggio del 2020.

Lo scorso dicembre avete pubblicato il vostro primo EP, com’è nato Red Line?
“Red Line” è una sorta di biglietto da visita, una lettera di presentazione di noi Jackie Brown sulla nostra scena indie / punk rock musicale; raccoglie i 3 pezzi più sentiti e lavorati durante il nostro periodo “power trio”. Volevamo presentarci così, brevi ma intensi!

Vi considerate un band punk rock, ma nei vostri brani si intravedono diverse sfumature, dall’indie rock all’HC melodico, quali sono band che influenzano il vostro sound e voi come lo definireste?
Ognuno di noi ha gusti e ascolti differenti l’uno dall’altro e forse è proprio da qui che deriva il nostro genere musicale variopinto. I punti in comune li troviamo in gruppi come Nofx, Lagwagon, Screeching Weasel, No use for a name, Stiff little fingers, Descendents, Comeback Kid, Champions…E inoltre, tutte le band punk rock italiane anni ’90 più conosciute: Punkreas, Derozer, Pornoriviste…

In rete troviamo due videoclip del vostro singolo “Il tempo delle mele”, dopo quella ufficiale, è seguita la versione piena zeppa di vostri amici. Di chi è stata l’idea?
Dopo aver identificato in “Il tempo delle mele” il pezzo più convinto e coinvolgente del nostro EP, abbiamo chiesto consigli a Ruggero Delcuratolo (Professional Punkers) su come avremmo potuto sviluppare un bel video da postare sui vari social. Lui ci diede subito la bellissima idea di registrare tanti piccoli video dei nostri amici dove ognuno avrebbe cantato una piccola frase del testo della canzone e di montarli assieme. Un primo montaggio ce lo fece lui, poi il video venne rifinito grazie a INCONTROLUCE CREATIVE STUDIO di Treviolo (BG) (un grazie immenso a Stefano), dove registrammo anche il primo dei due videoclip (quello ufficiale), nel marzo del 2020.

Ci sono uno o più artisti del vostro panorama musicale che vi piacerebbe ospitare nei vostri prossimi pezzi?
Beh, puntiamo subito in alto. Sicuramente una collaborazione musicale con “Fat” Mike (Nofx) e Tim Armstrong (Rancid) direi che ci farebbe molto, ma molto felici.

In realtà, per quanto riguarda il nostro panorama musicale (quello italiano) sarebbe davvero una figata per noi suonare al BAY FEST di Bellaria Igea Marina (Rimini) e al PUNK ROCK RADUNO e conoscere i gruppi più diffusi della nostra scena.

Quali sono le band che più avete ascoltato in questo ultimo periodo?
Iron Chic, Champion, Discomostro, Gli Ultimi, Bull Brigade, Bad Frog.

Cosa prevede il futuro dei Jackie Brown?
Dopo “Red Line”, seguirà il nostro primo LP che, attualmente, stiamo ancora rifinendo e dovremmo cominciare a registrare verso la fine di quest’anno. Per il resto, puntiamo a suonare, suonare e ancora suonare.

Open in Spotify

Cliccate al link qui sotto per tutte le info e i contatti dei Jackie Brown:
https://linktr.ee/JackieBrownprock