Vai al contenuto
  • 3 min read

I-Banta: “Abbiamo scritto Brucia (in me) per regalare emozioni contrastanti”

Intervista a I-BANTA dopo l’uscita del brano e video Brucia (in me)

Raccontateci del vostro ultimo brano, cosa esprime?

Abbiamo scritto il brano “Brucia (in me)” per regalare emozioni contrastanti all’ascoltatore: dalla malinconia della distanza alla trepidazione dell’attesa fino alla passione che esplode e trasmette calore.

I primi riff di chitarra sono l’accompagnamento in un viaggio coinvolgente alla ricerca della persona amata e forse perduta.

L’ascoltatore viene avvolto da un ritmo crescente e il testo rimane in bilico tra sapori dolci e amari.

Che messaggio volete mandare a chi vi ascolta?

Innanzitutto, ringraziamo tutte le persone che fino ad oggi ci hanno fatto i complimenti per questo primo singolo! Siamo sorpresi dall’ottimo risultato che sta ottenendo! In generale, ci auguriamo che chi ci ascolta riesca ad emozionarsi attraverso le nostre melodie e ad apprezzare la sincerità dei sentimenti che esprimiamo.

Come nasce l’ispirazione per la vostra musica?

La nostra musica e le nostre parole scavano in fondo all’anima per raccontare situazioni e sensazioni che la vita mette di fronte ad ognuno di noi. La nostra ispirazione principale è quindi legata ad esperienze personali che cerchiamo di sviluppare in accordi e dinamiche studiati per far comprendere ciò che è lo sviluppo ed il significato della canzone.

Quali sono i tratti distintivi dei vostri brani?

Le necessità di emozionare e coinvolgere l’ascoltatore sono il nostro obiettivo principale: ogni suono deve essere in simbiosi con il messaggio che vogliamo trasmettere.

I nostri brani nascono carichi di sonorità Pop-Rock e testi che talvolta affondano le radici nel cantautorato italiano.
Attraverso le note ed il modo di suonarle cerchiamo di esprimere chi siamo con melodie e testi che possano raggiungere le persone.

Ad ogni brano dedichiamo un’attenzione particolare a seconda del suo significato: ogni strumento ha un compito ben preciso. Per questo motivo abbiamo 3 chitarre e tastiere per amalgamare i suoni e creare un bel tappeto musicale.

Fondamentale è il lavoro sulle seconde voci che riescono a dare una spinta nei passaggi principali di un brano e direzioni alternative qualora sia necessario.

Quali artisti del panorama italiano o internazionale pensate vi abbiano influenzato maggiormente e con chi vi piacerebbe collaborare?

Ognuno di noi viene da esperienze musicali differenti ed è sicuramente un punto di forza della band perché ci offre punti di vista differenti.

Le nostre influenze principali sono: la scena Punk-Rock degli inizi 2000 e la musica Pop- Rock italiana anni ’90-2000.

Ovviamente non dimentichiamo tutte le band storiche del Rock mondiale e gli artisti del panorama attuale.

La lista, quindi, sarebbe troppo lunga: dai Rolling Stones ai Foo Fighters, dai New Trolls ai Greta Van Fleet. Con questi ultimi ci piacerebbe collaborare perché sono la nuova frontiera del Rock pur mantenendo vivi suoni storici.

Progetti per il futuro?

Abbiamo diversi progetti in mente.

Al momento stiamo lavorando sugli arrangiamenti di nuovi brani inediti per poter registrare un EP. In concomitanza con l’uscita dell’EP ci piacerebbe girare un secondo video ed esibirci live.

nv-author-image

Roberto

Appassionato di Musica, mi piace ascoltare i brani degli artisti emergenti e condividerli con il pubblico.

Condividi questo articolo!

Vuoi entrare in un circuito di distribuzione e diffusione, in modo semplice e veloce?

promo emergenti

Il progetto ha la mission di incentivare la creatività, sviluppando una rete indipendente, alternativa al mainstream, che permetta agli artisti di avere visibilità, guadagni e sbocchi che rendano la loro attività artistica sostenibile. E’ ispirato alla filosofia Punk del DIY (Do It Yourself), dove l’unione di fanzine, giornalisti, promoter, manager, etichette discografiche, locali fuori dal circuito delle Major, creò un filone con un suo pubblico ed una sua identità.