October 27, 2021
Read Time:2 Minute, 40 Second

GABRIELE DECA “EVA” IL NUOVO SINGOLO E VIDEOCLIP DEL CANTAUTORE ROMANO

Da oggi venerdì 9 luglio è disponibile in e in streaming (T-Recs Music/ Pirames International), il di , scrittore di colonne sonore e autore.

Il cantautore romano, prendendo spunto dalla quotidianità, torna a riflettere sul senso delle cose, sulla società, sulla cosmogonia e sull’amore. In questo lavoro emerge l’esigenza di scappare dalle abitudini frenetiche, per rifugiarsi in luoghi incontaminati e semplici, in cui poter ritrovare la serenità del proprio animo. Allo stesso tempo Deca scrive “Eva” per ricordarsi che è inutile aver paura del futuro dato che è insensato temere l’inevitabile. Ma, al di là della filosofia, risulta importante per lui anche avere una Eva che lo spinga fuori dalla propria comfort zone.

Il quotidiano oggi è un’avventura stressante, un viaggio caotico e complicato, che spesso si vuole abbandonare. A questa visione della vita, nel , si contrappone quella di Eva che rappresenta invece il bisogno di gettarsi nella modernità e nel turbinio dei rapporti umani.

La canzone – spiega Deca – è nata dal desiderio di raccontare l’insofferenza verso la modernità, con la consapevolezza però che la soluzione non sia l’abbandono della società. Volevo raccontare di quest’uomo ancorato ad una visione molto chiusa della vita e delle relazioni sociali, contrapposto ad una compagna che abbracciasse il progresso.  Andando avanti con la scrittura mi sono reso conto delle somiglianze con la storia di Adamo ed Eva, anche se con un significato di fondo stravolto. Mi divertiva l’idea di un racconto biblico in chiave naïve.”

Nel , diretto da Niccolò Barca e realizzato nel Parco della Caffarella di Roma, l’artista, travestito da esploratore, si muove nel verde e si imbatte in un gregge di pecore. Eva, intanto, interpretata da Emma Rufini, lo osserva intransigente seduta su uno sgabello.

Dalla mistica occidentale di “Siddharta” al flusso di pensiero di “Techno” fino all’amore scanzonato, appunto, di Eva: quest’ultimo è quindi il terzo tassello di un progetto eterogeneo che spazia fra tematiche e stili diversi. Il disco di prossima uscita proporrà un personalissimo affresco della generazione dei primi anni ’90 in cui si mescolerà leggerezza a temi più profondi.

Lo stile parte dalla contaminazione di più generi e dalla ricerca della descrizione della realtà attraverso gli occhi dell’autore. Deca, grande amante delle collaborazioni con altri artisti e producer, lavora attualmente con l’etichetta T-Recs e con il collettivo BDR.

Gabriele Deca, pseudonimo di Gabriele De Cataldo, è nato a Roma il 18 Febbraio 1993. Dopo una lunga militanza in vari gruppi dell’underground romano, dal 2017 intraprende la carriera da solista, con la pubblicazione del “Con Molta Calma”, una canzone dalle sonorità elettroniche. Seguiranno “Le Cose Che Non Capirò Mai”, canzone dalle sonorità sudamericane, entrata nella top 50 della classifica indipendenti MEI; “Lattice”, una ballata romantica dal irriverente e “Abbiamo ucciso la città”, dai toni più interiori e riflessivi.  Nel 2020 firma con la T-Recs di Tony Puja ed escono due singoli: “Siddharta” (06/2020) e “Techno” (03/2021). Attualmente Gabriele Deca è in studio per registrare l’album, in uscita entro la fine dell’anno.

About Post Author

DM Staff

Amiamo la Musica, specialmente quella Indie Emergente, non a caso abbiamo creato il sito Diffusioni Musicali, ma per dare agli Artisti Emergenti uno strumento in più, per dare loro voce e visibilità. Lavoriamo ogni giorno per migliorarci e per trovare nuovi spazi dove divulgare le nostre pubblicazioni, se vuoi sostenerci clicca sul pulsante giallo infondo alla pagina.
Close