Vai al contenuto
  • 3 min read

FUEGO Singolo prodotto da FAFFA e Dimélo Milo

DAH torna venerdì 1 luglio con FUEGO, il suo nuovo singolo, distribuito da ADA Music Italy.

L’artista racconta la libertà di seguire il proprio istinto e la passione che brucia dentro ognuno di noi, proprio come un fuego che prende forma con parole, gesti e movimenti del corpo. Rischiare per amare, seguendo ciò che ci smuove dentro e ci accende, godersi un momento per la voglia di farlo, sentirsi liberi di farlo: “venderei per te tutto quello che ho”.

“FUEGO” è prodotto da FAFFA, già noto per aver collaborato con Amici di Maria de Filippi e Cosmophonix e Dimélo Milo, produttore multi platino spagnolo (in Italia ha già collaborato Aka7even). Il mix e master è stato curato da Renato Patriarca, vincitore di un latin Grammy.

Il coraggio di rischiare tutto e di seguire il proprio FUEGO, prende forma nel videoclip ufficiale, che accompagna l’uscita del singolo. Prodotto da Muv Lab srl, con la regia di Mirko Salciarini – già conosciuto per il video “Nuda Sexy Noia” di Tropico e i visual di album come “Gemelli” di Ernia, “OBE” e “Oltre” di Mace -, il video, girato a Bonassola (Liguria), racconta di un triangolo amoroso che si consuma nell’avventura di una rapina organizzata da un ragazzo con due amiche, che finiranno per bruciare tutta la refurtiva e scappare con il furgone per vivere finalmente libere.

Protagoniste della narrazione sono Julie Gun – già conosciuta per la partecipazione nella fiction “Don Matteo 13”, in videoclip musicali come “Nuda Sexy Noia” di Tropico e “CARAMELLE” di machweo e Bautista e “Luna Nera” di Iside e come figura principale del nuovo spot pubblicitario di Borotalco – e Fiamma Oddone – conosciuta per il ruolo principale nel video di “Blackout” dei The Kolors e prossimamente protagonista di una nuova puntata della nuova serie in arrivo su rai play.

Il singolo arriva dopo “Non So (se vorrò rivederti ancora)”, un brano che rappresenta la difficoltà nel mostrarsi e farsi conoscere per quel che si è.

https://www.instagram.com/dah_quando/

fuego singolo prodotto da faffa e dimélo milo

CREDITI
Autori e compositori: Davide Farina, Alessandro fava
Prodotta da: Faffa, Dimélo Milo
Mix e Master: Renato Patriarca

BIO

Classe ’97, DAH (al secolo Davide Farina) nasce a Napoli e cresce con la musica di Pino Daniele. Inizia a scrivere le prime canzoni e a studiare canto e piano a quattordici anni e, da quel momento, prenderà parte a diverse manifestazioni, sia come solista che come frontman di un gruppo.

Dopo la laurea in ingegneria decide di dedicarsi finalmente esclusivamente alla musica e, all’inizio del 2020, incontra Faffa (produttore del team Cosmophonix production) da dah definito come “il produttore delle sue diverse anime”, con il quale comincia a collaborare per diversi progetti.

Il 21 maggio 2021 esce il primo singolo Mykonos, una canzone con linee e beat che viaggiano a più di 130 bpm e che parla di sogni, libertà e della voglia di non sentirsi sbagliati. Mykonos, scritto dallo stesso dah, vede Faffa alla produzione e al master Andrea Sologni (producer e sound engineer per Salmo, Jovanotti, Ensi ecc.) in un brano contaminato dai suoni anni ’80, al rap e al pop.

Ad ottobre esce Cibo Asiatico, pezzo dalle sonorità R&B/lo-fi, che rappresenta la dipendenza da rapporti sociali, cose e situazioni.

Inoltre, nei mesi successivi, pur mantenendo Faffa come main producer, nasce una collaborazione per un brano con il producer Big Joe (produttore per Salmo, Ensi, Johnny Marsiglia ecc.) e con Sollo (Andrea Sologni).
A dicembre firma il primo contratto con Ada Music e il 18 marzo torna con il nuovo singolo Non So (se vorrò rivederti ancora).

nv-author-image

Roberto

Appassionato di Musica, mi piace ascoltare i brani degli artisti emergenti e condividerli con il pubblico.

Condividi questo articolo!

Vuoi entrare in un circuito di distribuzione e diffusione, in modo semplice e veloce?

promo emergenti

Il progetto ha la mission di incentivare la creatività, sviluppando una rete indipendente, alternativa al mainstream, che permetta agli artisti di avere visibilità, guadagni e sbocchi che rendano la loro attività artistica sostenibile. E’ ispirato alla filosofia Punk del DIY (Do It Yourself), dove l’unione di fanzine, giornalisti, promoter, manager, etichette discografiche, locali fuori dal circuito delle Major, creò un filone con un suo pubblico ed una sua identità.