Vai al contenuto
  • 2 min read

“CHICA MALA” è il singolo d’esordio di ISMAELE

Dal 15 luglio 2022 in rotazione radiofonica “Chica mala”, il nuovo singolo di Ismaele,  già disponibile sulle piattaforme digitali dal 12 luglio.

Chica Mala” è un brano che racconta l’entusiasmo di un nuovo amore; l’elettricità sprigionata dallo stare insieme è in grado di dare “luce a tutta la città”. È un amore errante, che non si ferma mai, che viaggia da Parigi a Napoli, a Barcellona. Il sound è un mix tra un lo-fi e un tipico reggaeton latino.

chica mala - ismaele

Spiega l’artista a proposito del suo nuovo brano: “Avevo la necessità di raccontare l’energia sprigionata da una relazione d’amore, la forza e l’entusiasmo di stare insieme nella vita di coppia. Mi sono affidato all’autore Marco Canigiula che ha sin da subito capito quello che volevo trasmettere sia nelle parole ma anche nel ritmo. Infatti, credo che sonorità del mondo latino rappresentino perfettamente il calore e la complicità di una relazione quando tutto funziona.”

Open in Spotify

BIOGRAFIA

Ismaele, classe 1994, nasce a Vittoria, un paese del sud della Sicilia. Sin da piccolo si appassiona al canto sperando un giorno possa diventare la sua professione. Inizia così a cantare nel coro della scuola e come voce solista nella Chiesa del suo paese. Inizia a studiare canto con vari insegnanti del territorio e a seguire masterclass con grandi nomi del panorama musicale, tra cui Beppe Vessicchio.

Dopo molti anni, oggi si sente finalmente pronto ad intraprendere la strada musicale per questo pubblica il suo primo singolo “Chica Mala” che sarà disponibile sulle piattaforme digitali dal 12 luglio 2022 e in rotazione radiofonica dal 15 luglio.

Instagram

nv-author-image

Valentina Seneci

Condividi questo articolo!

Vuoi entrare in un circuito di distribuzione e diffusione, in modo semplice e veloce?

promo emergenti

Il progetto ha la mission di incentivare la creatività, sviluppando una rete indipendente, alternativa al mainstream, che permetta agli artisti di avere visibilità, guadagni e sbocchi che rendano la loro attività artistica sostenibile. E’ ispirato alla filosofia Punk del DIY (Do It Yourself), dove l’unione di fanzine, giornalisti, promoter, manager, etichette discografiche, locali fuori dal circuito delle Major, creò un filone con un suo pubblico ed una sua identità.