Vai al contenuto

Chelo: l’EP di esordio si intitola VAFFANCHELO

Vaffanchelo” è l’ep di esordio di Chelo. Anticipato da tre singoli a partire da settembre, è stato pubblicato il 13 maggio 2022 sulle principali piattaforme di streaming digitale. L’eterogeneità delle tracce vuole rappresentare tutte le sfaccettature che Chelo dà alla propria vita e alle persone che ne fanno da coinquilini: ogni canzone può essere letta sia come parte dell’insieme dell’ep sia come singolo a sé stante.

“Cinquanta6” è la prima delle sei tracce, nonché primo singolo estratto: Chelo racconta la malinconia delle estati passate a Torino sciogliendosi per il caldo e abbandonandosi alla noia che solo la città, svuotata della sua essenza, può regalare. La narrazione, rinforzata dal tono scanzonato della canzone, appare già anch’essa antitetica nel suo insieme, a rinforzare il manifesto dell’artista che si abbandona all’autodeterminazione del proprio modo di fare musica in chiusura con il suo “grazie mamma per avermi fatto così pop”.

“Princìpi & Principesse”, primo dei pezzi ad essere stato scritto ma ultimo dei singoli che anticipavano l’ep, è la più genuina canzone d’amore dedicata a chi si abbandona ai ricordi d’infanzia come espressione più pura del sentimento. La struttura è semplice e si permette di liberare il pathos in un assolo di chitarra elettrica, prima che il cameo dello stand-up comedian Tommaso Faoro si conceda alla benedizione dell’opera da quel momento in poi.

Ascolta l’EP Vaffanchelo

Open in Spotify

Il terzo brano è “Gli anni che hai”, primo dei due featuring presenti nell’ep, scritto e interpretato insieme al cantautore toscano Mattia Bonetti: si tratta di una scrittura scanzonata fino alla presa di coscienza finale su quanto il nostro lamentarci dei problemi della vita di tutti i giorni e dell’ansia generazionale sia da imputare veramente ai nostri padri.

“In mare” è invece un pezzo intimo ed elettronico allo stesso tempo, il più ballabile dell’ep: dalla scoperta di solidi legami durante la quarantena Chelo mostra le domande che portano all’insicurezza di quanto profondi possano essere questi legami. “Giovinezza” è LA canzone d’amore per antonomasia del disco, sia stilisticamente sia concettualmente: un dialogo tra amanti che vanno a convivere e trovano tutto il bello della scoperta delle piccole cose quotidiane.

La combo con la cantautrice Francamente (Francesca Siano) rende più viva la canzone e gli scambi di ruolo tra i due permettono una chiave di lettura legata ad un amore universale. Infine, “Tre di notte (Andy)” è un piccolo testamento nell’esordio: la canzone parla del legame intimo e profondo tra un artista e l’incarnazione della sua arte, costretti a doversi ritagliare piccoli spazi alle ore più assurde per incontrarsi ma in cui entrambi riescono a manifestare la propria complementarità per la riuscita di una buona opera. E con questo brano, momentaneamente, “anche Chelo si è spento”.

Chelo BIO

cheloAndrea Calogero, in arte Chelo, è un cantautore catanese classe ’97 ma torinese d’adozione. La sua musica è un incrocio tra il pop nudo e crudo e la vecchia scuola del cantautorato all’italiana.

La spigliatezza ironica e intima allo stesso tempo dei suoi testi gli permette nel 2018 di avere un pass per lasciare un segno, per quanto piccolo, nella scena torinese: è uno dei 14 cantautori che viene selezionato per il progetto Sità Scotè, vincitore del bando AxTo, un docu-album volto a raccontare le realtà più sconosciute della città unendo testimonianze e musica, per cui ha scritto il pezzo Paradiso 3×3, con gli ArtBeat, presentata il 14 maggio al Jazz Club Torino e poi proseguita con altri live sparsi per il Piemonte.

Il suo primo singolo, Un fotografo, è uscito il 29 maggio 2019. Dopo quasi due anni di inattività, il 14 maggio 2021 è uscito il singolo Tutto di Nietzsche.

Il 13 maggio è uscito il suo primo ep Vaffanchelo, anticipato dai singoli Cinquanta6 , Giovinezza (feat. Francamente) e Princìpi & Principesse. Negli anni ha condiviso il palco con artisti come gli Eugenio in Via Di Gioia, Cecco e Cipo, Colombre, Chiara Galiazzo, Bianco, Nuvolari e Sasso.

Social Chelo

FacebookInstagramSpotifyTwitter