Vai al contenuto
  • 5 min read

Castelli Beer Festival 2022, torna l’evento tra musica e cultura

Al via dal 7 al 17 luglio la quinta edizione di Castelli Beer Festival, l’evento dedicato alle eccellenze enogastronomiche italiane e internazionali presso il parco dell’Olmata a Genzano di Roma.

Dopo due anni di stop forzato dovuto alle restrizioni covid, torna l’appuntamento che dalla birra, arriva a coinvolgere anche il buon cibo, la musica, arte e cultura, per undici giorni ricchi di contenuti e attività per tutti.

Negli oltre 7000 MQ che interessano l’area della manifestazione oltre 50 tra concerti e DJ set tra rock, jazz e folk, più di 30 appuntamenti tra cinema, teatro, letteratura, arte, installazioni florovivaistiche e molto altro.

Giovedì 7 luglio con i concerti di Bandao Marching Band Samba e Pulp, Street Music Festival con gli artisti emergenti, il DJ set di Sangennarobar e la mostra di pittura nell’area del giardino dell’arte.

Venerdì 8 luglio Fabio Ciconte presenta il libro “Chi possiede i frutti della Terra”, “Tracce vegetali” laboratorio estemporaneo a cura di Silvia Colini, Marina Mingazzini e Paola Cetroni, “Alla scoperta delle Italian Grape Ales” laboratorio a cura di Andrea Turco (Cronache di Birre), “About Beer” dibattito a cura di Mauro Pellegrini per UDB. Concerti di Andrea Gioia e del trio composto da Roberto Angelini, Alessandro Pieravanti e Luca Carocci oltre allo Street Music Festival.

Sabato 9 luglio infiorata con Margherita Pistelli e Silvia Colini, seguita da workshop, artisti di strada Big Babol Circus di Daniele Antonini, laboratori per bambini di pittura creativa, laboratorio slowfood a cura di Roberto Muzi.  Simona Consoni presenta il libro “Voglio la verità su Pasolini” e a seguire proiezione film “Pasolini, un delitto italiano”, concerti di Emiliano Dattilo, Adriano Viterbini e Sandro Joyeux. Realizzazione del quadro infiorato a cura di Margherita Pistelli e Silvia Colini, a seguire laboratorio per adulti e bambini “Realizza il tuo quadro infiorato”.

Domenica 10 luglio Slow Walk, artisti di strada: Gianluigi Capone in “Circo in Valigia” e spettacoli per bambini, CuCinema: laboratorio cine-gastronomico interattivo, murales: realizzazione del pannello verticale in legno a cura dello street artist Stefano BoveZhew“, “Poeta pe’Strada” e “Typemaster“, Street Music Festival con gli artisti emergenti, concerto di Lunatika e Me And The Davil.

Lunedì 11 luglio rassegna corti “Una voce” e “Insetti”, proiezione film “Zappa”, Street Music Festival con gli artisti emergenti.

Martedì 12 luglio rassegna corti “Fulgenzio”, “La Strada Rossa” e “Muse”, Street Music Festival con gli artisti emergenti.

Mercoledì 13 luglio rassegna corti “L’immunità Del Lupo”, “La Ragazza Del Porto” e “Cose Che Succedono”, Street Music Festival con gli artisti emergenti.

Giovedì 14 luglio artisti di strada Indian Summer e Fiammetta, rassegna letteraria Patrizia Fiocchetti presenta le sue esperienze in Afghanistan e Siria “Le Donne: un solo Popolo”, teatro “Perché Ho Vinto” monologo, concerti di Lelio Morra, Blindur e Setak, Street Music Festival con gli artisti emergenti.

Venerdì 15 luglio artisti di strada Maniacomico e Fiammetta, laboratorio d’arte “Per filo e per segno”, rassegna teatrale a cura di Marina Mingazzini, concerti di Chiara Blu e Roma Napoli 2-2, Street Music Festival con gli artisti emergenti.

Sabato 16 luglio artisti di strada Menu del giorno e Fiammetta, rassegna teatrale “Festival Del Suicidio”, concerti di The Reverends e The Cyborgs, evento scientifico dedicato alla scoperta e all’osservazione del cielo stellato, laboratorio Monotipare a cura di Paola Cetroni, BEER TRAIL – Degustazione Itinerante a cura di Vittorio Morelli (UDB), laboratorio Slowfood a cura di Andrea Russo, Street Music Festival con gli artisti emergenti.

Domenica 17 luglio artisti di strada Trick Nic e Tony Clifton Circus, concerti di Zibba Trio, Veeblefetzer e Mondo Cane DJ set, slow walk passeggiata al fontanile di Fontan Tempesta, “Impronta Vegetale” realizzazione di tinte vegetali e successiva sperimentazione sulla carta, Street Music Festival con gli artisti emergenti.

Oltre 100 proposte di birra da oltre 30 birrifici artigianali italiani e internazionali. Dalle bitter toscane alle helles abruzzesi, dalle popolari birre belga e inglesi alle raffinate keller tedesche, senza dimenticare i prodotti del territorio come le IPA laziali. Una vasta scelta selezionata appositamente per soddisfare i più esigenti intenditori, come i consumatori occasionali che cercano una bevanda dissetante nella calda estate dei Castelli. Per aiutare il pubblico nella scelta delle birre, sono stati allestiti 4 megaschermi in diversi punti della manifestazione dove poter consultare un menù slider che fornisce tutte le informazioni sulle birre. Dalla gradazione alla provenienza, dal nome allo stile oltre naturalmente i riferimenti del produttore.

Una ricca proposta di street food pensata anche per i più piccoli, vegani, vegetariani e celiaci. I più classici panini e hamburger, sono accostati a carni grigliate, salumi da passeggio come le tipiche coppiette di maiale, arrosticini abruzzesi e fritture. E poi verdure grigliate, pulled pork, maialino sardo, e per chi volesse un tocco d’oriente sono disponibili anche pokè e sushi. Completano l’offerta enogastronomica i gelati artigianali, bibite analcoliche e cocktail, ma anche distillati abbinati alla degustazione di sigari, un’area dedicata al mondo “bollicine” (metodo classico, Franciacorta e Prosecco) e una sezione vino con numerosi prodotti da tutta Italia.

 

Castelli Beer Festival
Dal 7 al 17 luglio
dalle 18 all’1
sab / dom dalle 11 all’1
Parco dell’Olmata, Viale Vittorio Veneto, Genzano di Roma (RM)
Ingresso Libero
Infoline 3923371807

https://www.facebook.com/CastelliBeerFestival/
https://www.instagram.com/castellibeerfestival/

Home

 

Home

nv-author-image

Nextpress

Condividi questo articolo!

Vuoi entrare in un circuito di distribuzione e diffusione, in modo semplice e veloce?

promo emergenti

Il progetto ha la mission di incentivare la creatività, sviluppando una rete indipendente, alternativa al mainstream, che permetta agli artisti di avere visibilità, guadagni e sbocchi che rendano la loro attività artistica sostenibile. E’ ispirato alla filosofia Punk del DIY (Do It Yourself), dove l’unione di fanzine, giornalisti, promoter, manager, etichette discografiche, locali fuori dal circuito delle Major, creò un filone con un suo pubblico ed una sua identità.