CASSIO: Disponibile dal 7 ottobre il nuovo singolo “Nonna”

CASSIO

CASSIO, con i precedenti brani “Nerodita” – una lettera sincera e diretta al suo babbo scritta con cinismo tossico e distaccato – e “Sparo” – canzone con cui prova a darsi un po’ di tregua suggerendo di concedersi un po’ di indulgenza e un po’ di pace – ci ha mostrato la sua scrittura diretta, schietta e terribilmente sincera, con cui si mette completamente a nudo senza timore di essere giudicato per quello che è stato e che è.

Open in Spotify

La sfera familiare è un punto fermo nella scrittura e composizione di CASSIO, un luogo da cui si è allontanato a volte in passato, ma che è colonna portante della sua esistenza.

CASSIOLa nuova traccia “Nonna” è un omaggio alla nonna defunta a causa di una malattia degenerativa, di cui sente tremendamente la mancanza e alla quale sono legati tanti momenti.

Il ricordo della voce della nonna e la rabbia per la malattia che se l’è portata via e che le ha fatto dimenticare tutto nei suoi ultimi anni di vita; il rimpianto per i discorsi mancati e le assenze ai pranzi domenicali.

CASSIO ancora una volta ci mette di fronte a esperienze personali che ci pungono nei nostri punti più deboli e fanno riaffiorare in tutti noi rimpianti, malinconie e frustrazioni.

“La lezione amara che ne esce da questa brutta storia è che le persone le devi amare fuori dai denti, se vuoi, quando sono quì, da qualche parte. Dopo il nostro amore varrà poco, pochissimo. Io vado spesso al cimitero, a trovarli. Non sò perchè lo faccio. Forse perchè sono un pò masochista.  Forse per farmi perdonare. Ma l’amore oggi vale come il perdono, niente.“. Cassio.

BIO

Cassio è un cantautore Livornese di 30 anni. Scrive da quando ne aveva 15. In adolescenza è stato parte di un gruppo punk chiamato Tinkerbell con cui ha pubblicato un disco in Giappone per Radtone records nel 2008.

Nel 2010 ha fondato un gruppo gypsy-psichedelico chiamato La Maison con cui ha suonato per le strade di Londra tutto il 2011 e 2012.
Nel 2014 La Maison pubblica un disco chiamato Vaine House (Trovarobato records) prodotto da Enrico Gabrielli e Taketo Gohara e rimane in tour fino al 2016 quando il gruppo si scioglie.

Comincia una manciata di anni di buio, nel punto più fondo del buio.
Nel 2020 Cassio entra nuovamente in studio e registra il disco d’esordio da solista prodotto da Andrea Pachetti (The Zen Circus , Emma Nolde) ed è aiutato in tutte le fasi dai vecchi membri de La Maison.

Il disco tratta esplicitamente i colori più scuri della coscienza ed è essenzialmente un disco che prende vita e forma di notte, parla in maniera colloquiale di come si può essere circondati dalla grande bellezza e continuare a sentirsi quasi costantemente soli e inadatti, affronta la depressione e il nulla che colma le giornate tutte uguali delle dipendenze.

Nell’album ogni riferimento a persone o situazioni è basato su fatti realmente accaduti.

Potrebbero interessarti anche...