Vai al contenuto
  • 2 min read

Canzone Sciocca primo singolo del DJ radiofonico Roberto Bocchetti

“Canzone sciocca” di Roberto Bocchetti, in rotazione radiofonica e disponibile sulle piattaforme digitali da Lunedì 14 Febbraio 2022

Il primo singolo del DJ radiofonico Roberto Bocchetti, intitolato “Canzone sciocca“.

“Canzone sciocca” rappresenta la voglia di evadere dallo stress e dall’ansia di questi tempi che stiamo vivendo. La canzone descrive una situazione immaginaria, un viaggio in astronave, che si rivela essere poi un sogno interrotto dallo squillo della sveglia che suona.

canzone sciocca

Open in Spotify

Spiega l’artista a proposito del brano: “Canzone sciocca è nata per divertimento e spero che possa dare un po’ di spensieratezza agli ascoltatori. E’ un pezzo in cui ci sono forti richiami agli anni 70 e 80, un pezzo in cui, a mio modo, vorrei omaggiare tutte le show girl del sabato sera che hanno influenzato la mia carriera da quando ero bambino, a cominciare dall’indimenticabile Raffaella Carrà”.

BIOGRAFIA DI ROBERTO BOCCHETTI

Roberto Bocchetti in arte Roby (aka Minkiaroby) nasce tanti anni fa a Milano da padre e madre milanesi. Si appassiona al mondo della musica e della radio sin da quando ha memoria, con un registratore a cassette.

Crescendo, la vita lo porta a fare altre attività ma la musica e la radio continuano ad essere i suoi amori. Roberto Bocchetti è autore e speaker radiofonico, oltre che editore di Milano Lounge, web radio leader nei generi Chillout Lounge Deep House ed Electronica, ed editore di Radio Roberto Solo Emergenti.

Segui Roby su InstagramSpotify

nv-author-image

Roberto

Appassionato di Musica, mi piace ascoltare i brani degli artisti emergenti e condividerli con il pubblico.

Condividi questo articolo!

Vuoi entrare in un circuito di distribuzione e diffusione, in modo semplice e veloce?

promo emergenti

Il progetto ha la mission di incentivare la creatività, sviluppando una rete indipendente, alternativa al mainstream, che permetta agli artisti di avere visibilità, guadagni e sbocchi che rendano la loro attività artistica sostenibile. E’ ispirato alla filosofia Punk del DIY (Do It Yourself), dove l’unione di fanzine, giornalisti, promoter, manager, etichette discografiche, locali fuori dal circuito delle Major, creò un filone con un suo pubblico ed una sua identità.