Vai al contenuto
  • 2 min read

“Bonnie e Clyde”: è il nuovo singolo di Zoelle

Ascolta il brano

Open in Spotify

Bonnie e Clyde” è il nuovo singolo di Zoelle uscito su tutte le piattaforme digitali il 25 giugno e in radio dal 2 luglio.
Il brano è una miscela esplosiva per l’estate 2021, grazie alla voce di Zoelle, che reinterpreta il concetto d’amore raccontato nella favola moderna del duo criminale più famoso della storia. Bonnie è una ragazza come tante, un pò insicura, piena di sogni che sembrano lontani da raggiungere. Clyde è la miccia per accendere il fuoco che ha dentro. Un’intreccio di sesso e autodistruzione in cui adrenalina e passione sono la causa e l’effetto. In fondo chi ha mai creduto al lieto fine?

BIOGRAFIA

Martina Morlano, in arte Zoelle, nata a  Torino il 20 giugno di 23 anni fa, si divide tra il quarto anno di Giurisprudenza e la grande passione per la musica. Cresciuta ascoltando di tutto: a 6 anni inizia a prendere lezioni di pianoforte. Figlia ribelle di un fisarmonicista, inizia a scrivere le prime punchline dedicando in seguito la sua prima vera canzone al nonno scomparso. Nel novembre 2020 pubblica il suo primo brano in studio, “Fanfara Dark”, un manifesto di rinascita e consapevolezza per l’artista che conquista così la vittoria del format Cantera Machete. Nell’aprile 2021 Zoelle torna alla ribalta con “Ganimede”, una ballad che trasporta in una dimensione malinconica, perfettamente a metà tra la delusione e la rabbia scaturite da un tradimento. Il brano entra subito in rotazione su TRX RADIO e gli vale la prima intervista con SkyTG24.
L’estate 2021 vede l’uscita del nuovo singolo, “Bonnie e Clyde”, entrata nella playlist editoriale di Spotify “Anima R&B”.

nv-author-image

Francesca

Appassionata di musica e di scrittura, assidua frequentatrice di concerti, collaboro con testate giornalistiche online locali

Condividi questo articolo!

Vuoi entrare in un circuito di distribuzione e diffusione, in modo semplice e veloce?

promo emergenti

Il progetto ha la mission di incentivare la creatività, sviluppando una rete indipendente, alternativa al mainstream, che permetta agli artisti di avere visibilità, guadagni e sbocchi che rendano la loro attività artistica sostenibile. E’ ispirato alla filosofia Punk del DIY (Do It Yourself), dove l’unione di fanzine, giornalisti, promoter, manager, etichette discografiche, locali fuori dal circuito delle Major, creò un filone con un suo pubblico ed una sua identità.