Vai al contenuto
  • 3 min read

ALESSANDRO DI DIO MASA TUTTO A MIO TEMPO

Il compositore, produttore e arrangiatore Alessandro Di Dio Masa, dopo quarant’anni di esperienze musicali in veste di chitarrista, dà infine alle stampe il suo primo album da solista come cantautore: Tutto a mio tempo esce l’1 luglio 2022 per la sua etichetta Musicantiere, che ha già fatto da trampolino di lancio per una serie di giovani artisti italiani, anticipato dal singolo Se non suoni tu. Il disco, autoprodotto, è stato scritto durante la pandemia, a cavallo tra il 2020 e il 2021, quando Alessandro si è chiuso all’interno del suo studio di registrazione, il Musicantiere -al quale solo lui poteva accedere in quanto titolare- e nella solitudine ha composto le tredici tracce che formano la tracklist del disco.

“Ho realizzato di voler rivolgere anche a me stesso le esperienze che avevo precedentemente dedicato ai giovani artisti che ho prodotto e ai ragazzi a cui ho insegnato la chitarra. Ho scelto di mettere a nudo la mia anima, di esprimermi sinceramente e soprattutto di divertirmi, senza seguire mode, ma concentrandomi su quello che avevo in mente di realizzare. Il tutto, sotto la stella guida della passione verso la musica, dice Alessandro Di Dio Masa a proposito della genesi dell’album.

I testi di Tutto a mio tempo sono stati scritti da Alessandro stesso, a volte ripescando vecchie liriche che aveva scritto da giovanotto e dimenticate nel tempo in un cassetto; ma anche prendendo in prestito alcuni testi di autori e collaboratori come Claudio Gabelloni, Francesco Interlandi e Alberto Dessì, rielaborandoli per renderli più adatti al suo stile e scrivendone le relative musiche. “Ho voluto produrre, arrangiare e suonare tutto da solo, sia per mettere alla prova me stesso, sia perché quando ho delle idee non riesco ad aspettare gli altri. Ecco quindi che il progetto mi vede indossare molteplici vesti: batterista, pianista, chitarrista, bassista, tastierista, cantante, corista e sound designer. Insomma, come dice il detto, me la sono cantata e suonata!”

Di seguito la tracklist del disco:

1. Se non suoni tu (3:56)
2. C’è un posto nel tempo (2:50)
3. Lei parlava piano (3:46)
4. Una storia conclusa (3:17)
5. Vado dove devo (3:13)
6. Come… quando… (3:02)
7. Viaggio (2:46)
8. Minchia maestro… che musica! (3:32)
9. Faccio ridere e piango (2:25)
10. Ines (Mio piccolo cuore) (2:53)
11. Ninna nanna per Matilde (3:17)
12. Ninu (3:20)
13. 200 all’ora (3:08)

Ascolta Tutto a mio tempo: 
https://open.spotify.com/album/1JGbPnFyS3VYMG23Qpce0g?si=mcoWDSt5Sa-k3bwrX-t0Ew

BIO
Musicista, produttore, arrangiatore, editore, organizzatore di eventi e direttore artistico, Alessandro Di Dio Masa è attivo nel settore musicale da oltre trent’anni. Come autore, compositore e arrangiatore ha collaborato con nomi di spicco del panorama musicale italiano, fra cui Renato Zero e Lina Wertmuller. Nato a Messina nel 1968 e già per anni membro del gruppo Extradivarius, è stato il primo insegnante di chitarra di Francesco Gabbani, con il quale ha collaborato negli anni 2012-2014 ad alcune produzioni effettuate presso lo studio Musicantiere Toscana di Carrara. Dal 1995 al 2018 durante la stagione estiva è musicista e direttore di produzione di grandi resort in Sardegna, in Toscana e in Sicilia. Negli ultimi anni si occupa di gestire Musicantiere Toscana nel ruolo di insegnante, direttore, produttore artistico, arrangiatore ed editore discografico, e MusicAtelier, associazione culturale per eventi culturali e scuola di musica. Tutto a mio tempo è il titolo del suo primo album come cantautore, in uscita l’1 luglio 2022, anticipato dal singolo Se non suoni tu.
ALESSANDRO DI DIO MASA

Instagram  |  Spotify  |  YouTube  |  Facebook

nv-author-image

Roberto

Appassionato di Musica, mi piace ascoltare i brani degli artisti emergenti e condividerli con il pubblico.

Condividi questo articolo!

Vuoi entrare in un circuito di distribuzione e diffusione, in modo semplice e veloce?

promo emergenti

Il progetto ha la mission di incentivare la creatività, sviluppando una rete indipendente, alternativa al mainstream, che permetta agli artisti di avere visibilità, guadagni e sbocchi che rendano la loro attività artistica sostenibile. E’ ispirato alla filosofia Punk del DIY (Do It Yourself), dove l’unione di fanzine, giornalisti, promoter, manager, etichette discografiche, locali fuori dal circuito delle Major, creò un filone con un suo pubblico ed una sua identità.