“Ahnedonia” dei Morphide

“ahnedonia” dei morphide

“Ahnedonia” dei Morphide – Contrasti e tensioni in un viaggio sonoro tormentato ed introspettivo.

Il contrasto è l’elemento principale che possiamo annoverare nel disco di debutto dei Morphide che porta il nome “Ahnedonia”. Il contrasto tra il cantato clean e lo scream/growl della cantante Eissa; il contrasto tra melodia e potenza sonora; il contrasto tra momenti più rilassanti e distesi e sonorità più aggressive, il contrasto tra colori luminosi e l’oscurità.

E da questo contrasto che nasce una tensione incredibile, una tensione palpabile in tutto l’album. E questa tensione risulta viscerale, intensa, passionale: è come avere una sorta di amplesso con il sound di questa band! Momenti più delicati si intrecciano con sfuriate sonore imprevedibili e laceranti e noi continuiamo nel nostro amplesso senza fine continuando a premere play ogni volta che finisce il disco e intanto cosa succede? Il demone con il quale stiamo avendo l’amplesso ne vuole sempre di più: il suo essere viscerale ci penetra, ci assimila, ci fagocita.

E’ mattino e osserviamo il mare di lontano e la nostra malinconia si fa feroce mentre cerchiamo il senso nella nostra vita…ma la chiave non la troviamo…non l’abbiamo mai avuta….e ci rimangono queste note malinconiche(“Catharsis”, “Akeneo”) che portano alla catarsi, alla nostra rigenerazione completa e ci troviamo tutto all’improvviso persone diverse e la tigre che è dentro di noi, la tigre delle pulsioni irrazionali, esce dirompente…la “Queen of blame” ha vinto, la dominatrice che si accompagna con la tigre delle pulsioni irrefrenabili…l’intensità prevale e scava come un buco nero dentro di noi…

Ecco ci siamo, siamo in acque oscure, melmose. Il viaggio è finito e ci sentiamo grondanti di sangue, sangue nero che esce dalle nostre membra di peccatori senza scampo. Siamo noi stessi, siamo nel tormento. Il contrasto fa parte di noi. La tigre delle pulsioni irrefrenabili fa parte di noi. Ora ne siamo consapevoli e siamo pronti ad affrontare nuove sfide sapendo che nella sofferenza possiamo trovare la strada verso la luce. “Ahnedonia” con le sue sonorità e i suoi colori contrastanti, sia per tono che per pennellata, narra questo viaggio sonoro tormentato ed introspettivo allo stesso tempo, un viaggio magnifico che possiamo compiere grazie all’immensità del nostro essere…In ognuno di noi risiede un qualcosa di immenso, un diamante sfaccettato che dobbiamo scalfire ogni giorno per raggiungere altri stadi del nostro essere…. e arrivare poi all’estasi finale(“Cromulent”), un estasi malinconica che rappresenta la presa di coscienza finale del nostro io più profondo.

Link streaming: https://open.spotify.com/album/0wavxqyJMxZx5CDoHZ0Yjm

“Ahnedonia” tracklist:

1. Aftermath
2. Mayhem
3. Catharsis
4. Queen of Blame
5. We are one
6. Enter the Storm
7. Akeneo
8. Panopticon
9. Cromulent

Web links:

Facebook : https://www.facebook.com/morphide

Instagram : https://www.instagram.com/morphide

YouTube : https://www.youtube.com/morphide

Spotify : https://open.spotify.com/artist/5qJg8wCDfasUO8hFVQORfi

Alien

Appassionato di Musica

Potrebbero interessarti anche...