Hot Ice

"La provocazione è sempre presente nelle mie canzoni": intervista ad Hot Ice per l'ultimo singolo A Mio Agio

Click here to display content from YouTube.
Learn more in YouTube’s privacy policy.

Diamo il benvenuto a Hot Ice per questa nuova intervista. Parliamo del tuo nuovo singolo che si chiama " A mio agio ". Il testo di "A Mio Agio" include riferimenti a Stranger Things, Novak Đoković, Loretta Goggi e  Paolo Brosio. Come hai scelto questi personaggi?

Si tratta di figure o comunque elementi della cultura pop attuale o recente, in cui mi sono virtualmente imbattuto per degli avvenimenti più o meno specifici. Stranger Things è una serie che ho guardato e adorato (peraltro è la barra che è stata modificata per ultima, perché prima faceva riferimento ad un EP che però non è mai andato in porto). Đoković è un grande campione di tennis, specialista sulla Terra Rossa (ed era un passaggio scritto prima della grande ascesa di Sinner). Il riferimento alla Goggi si collega alla sua espressione “Chapeau”, che le ho sentito svariate volte usare nel programma tv “Tale e Quale Show”. Paolo Brosio è l’icona della conversione religiosa, testimone di apparizioni mistiche e quant’altro, e ci stava come riferimento nel testo.

Il tono del testo è leggero e provocatorio. Come hai trovato il giusto equilibrio tra umorismo e provocazione?

Mi è venuto abbastanza naturale in realtà, considerando che comunque l’aspetto provocatorio è sempre presente nei miei testi, sia in quelli più impegnati, per stimolare un confronto o una riflessione, sia in quelli più leggeri, come in questo caso. L’umorismo, invece, ben si adattava al tipo di brano che avevo in mente e alle sonorità utilizzate. L’obiettivo era anche quello di non prendermi troppo sul serio, ma non ho voluto calcare la mano esclusivamente in quella direzione, rendendolo dunque un testo totalmente “ignorante” e basta. Ho preferito comunque cercare di lasciare qualcosa, un messaggio, esplicitato poi meglio nel ritornello. Nelle strofe, ho cercato più di divertirmi.

  Hot Ice - Madre Terra (Official Video)
A Mio Agio Cover 1

C'è stato un momento in cui hai pensato di osare troppo?

Confesso di sì, anche pochi giorni prima dell’uscita. Mi dicevo: “Ma non è che ho esagerato? Non è che è troppo trash e ci faccio brutta figura?”. La parte del balletto nel video, per certi versi, aveva aumentato questa preoccupazione. Però alla fine mi sono risposto che non devo rendere conto a nessuno, nè un’etichetta nè tanto meno un manager, e che se volevo divertirmi e provare qualcosa di diverso avevo tutto il diritto di farlo. D’altronde io non sono solo questo, sono ANCHE questo, ma come ho fatto tanti brani impegnati, è anche giusto che provi a  fare qualcosa di più leggero. E questo non credo che necessariamente metta a repentaglio la mia credibilità artistica.

Hai qualche messaggio specifico che vuoi trasmettere ai tuoi ascoltatori?

Anche voi non prendetevi troppo sul serio nella vita di tutti i giorni. Ci vuole anche un po’ di leggerezza, che già di casini ne abbiamo fin troppi. Ah, e mi raccomando, venite ai live!

5) Nel testo parli di frammenti di vita personale. Quanto è importante per te inserire aspetti autobiografici nella tua musica?

Per me tanto, anche nei brani che hanno un messaggio più generale e universale, perché danno un significato molto più forte. Io generalmente tendo a inserire aspetti personali in modo più velato, ma qui invece a tratti ci ho messo anche qualcosa di più specifico. E comunque, in generale è una cosa importante da fare per chi scrive e in particolare per chi fa rap, perchè si deve sempre parlare di (o per lo meno partire da) cose di cui si ha conoscenza ed esperienza diretta, per poter dare più forza e credibilità al proprio messaggio.

  Hot Ice torna in scena con “Atto II”
Hot Ice
0371 Music Press
0371 Music Press