Copertina

Il rapper HAEN mc con il suo nuovo singolo “Trann Tranquillo”

Scopriamo news e curiosità in questa intervista

Ciao Alberto, presentati ai nostri lettori.

Ciao, sono Alberto Di Domenico Riquetti in arte Haen Mc (acronimo di Hip-Hop/Hardcore, Alberto, E, Napoli) rapper napoletano (Ponticelli Napoli) “multitasking” inquanto vario, da brani introspettivi, passo a brani G-Style per poi passare a song sarcastiche easy e divertenti.

Perché il titolo “Trann Tranquillo”? Cosa si nasconde dietro la canzone?

I motivi per la quale al giorno d’oggi si è tutto tranne tranquilli purtroppo da una parte, e per fortuna dall’alta (altrimenti la noia incombe). Testo con strofe apparentemente superficiali ad un primo ascolto, un orecchio attento percepisce che dietro ogni singola strofa sarcastica, si nascondono concetti e affermazioni precise e profonde.

Hanno un filo conduttore i brani che hai pubblicato negli anni?

Certo, in linea generale scrivo ciò che vivo e filosofeggio su ciò che mi circonda, ma il vero filo conduttore sta nella scrittura, neanche una sillaba è inserita a caso nei miei testi, è per questo che mi ritengo dal giorno uno “un poeta inverso”(le poesie le leggi, ci capisci  poco a primo impatto, poi le studi e capisci il significato, i miei testi invece contengono strofe con concetti apparentemente basici e di semplice lettura, poi nell’analisi concreta del testo ti accorgi che non affatto così).

Un sound che trasuda originalità e personalità, quali i tuoi riferimenti artistici che hanno aiutato la tua ispirazione nella tua musica?

L’Hip Hop è la mia passione principale dagli anni’90, una cultura che mi appartiene soprattutto per la libertà che mi trasmette, sia per quanto concerne la comunicazione, sia per l’espressione stilistica in metrica e flow. Il come, da dove e perché è nata questa cultura mi ha dato e continua a darmi la giusta l’ispirazione.

  Giuseppe Binetti ritorna con la composizione di un nuovo brano: “La notte di più”! | INTERVISTA

Quali sono gli obiettivi da voler raggiungere? Cosa ti aspetti da questo percorso artistico e discografico?

Il trasferire a più persone quelle che sono le mie esperienze in rima e con il giusto suono che, in alcuni casi fungono da sprono, in altri ti aiutano a fare meno errori, in altri ancora a distrarti e ballarci su.

Artisticamente parlando, rifaresti tutto oppure hai dei rimpianti?

Ho detto tanti no in questi anni, parlo di collaborazioni, etichette a mio avviso poco consone etc., in alcuni casi sbagliando, ma rifarei tutto comunque, la vita è bella anche per questo.

Domanda impegnativa: c’è un piccolo tour all’orizzonte? Dove ti si potrebbe ascoltare live?

Lo scorso anno con l’uscita del disco fatto in collaborazione nel “Project 205” abbiamo suonato l’album in vari locali della capitale, in primis perché ci vivo e mi risulta più semplice, ma anche per il fatto che gli altri due rapper del progetto sono di Roma. Quest’anno oltre al Lazio, tocca alla Campania, Napoli, la mia terra. Comunicherò date volta per volta tramite i miei canali social.

Pubblicare un nuovo album? Se sì, quando uscirà? Oppure continuerai facendo uscire singoli come esige la discografia di oggi?

Sono concentrato principalmente sui singoli, non tanto per quello che è il mercato musicale attuale, ma per il fatto che così facendo ho la possibilità di far girare al meglio la mia musica e comunque risultare sempre fresca e aggiornata.

L’ultima parola a te!

Vi ringrazio per avermi contattato, domande interessati, in bocca al lupo per tutto!

Click here to display content from Spotify.
Learn more in Spotify’s privacy policy.

Bergpress
Bergpress