La Macchina Volante I Moti Rivoluzionari

La macchina volante, il nuovo singolo del gruppo I Moti Rivoluzionari

La macchina volante è il nuovo singolo de I Moti Rivoluzionari. Il brano parte dal condizionamento attuale di un mondo dove le relazioni sono sempre più intrise di virtuale e si costruiscono su distanze e empatia a gocce. “Per farci sorridere ci infileranno la testa in un contenitore e noi lì dentro ad aspettare la macchina volante” recita il testo, alla riscoperta di una libertà atavica sempre più urgente che chiede di essere ritrovata, alla tutela di un pianeta verde che stiamo finendo di devastare e che diventa sinonimo di un mondo più intimo dove risiede quella sensazione indescrivibile che ci mantiene sempre in ricerca e che manca.

Questa macchina volante si aspetta come solo gli eventi epocali si attendono. La fine del mondo, di un’epoca, di un amore.
Accelerati e proiettati in un futuro che ancor prima di avvenire sente già nostalgia del suo passato, dei momenti unici, quelli “avvolti di stelle”. Un’armonia lontana di una terra che “non sa di bruciato”, un mondo che non abbiamo rovinato, un amore che non abbiamo e non ci ha abbandonato.

Dal rockfolk ad un nuovo respiro, i testi e la musica de I Moti Rivoluzionari si spingono verso una ballata contemporanea che affronta temi sempre collettivi quanto personali, arricchiti dalla collaborazione di Francesco Forni, noto cantautore che ha seguito il singolo curandone gli arrangiamenti.

Click here to display content from Spotify.
Learn more in Spotify’s privacy policy.

Bio:

I Moti Rivoluzionari nascono nell’agosto del 2016 ad Acri, in provincia di Cosenza dall’intuizione del cantante Michele Marchese che incontra l’esigenza di fare musica del chitarrista Giuseppe Azzinnari e del tastierista Marco Spezzano. Dal desiderio in comune dei tre si innesca una complicità reciproca che diventa subito progetto e coinvolge il bassista Giuseppe Cofone e il batterista Cosimo Azzinnari. La formazione, contaminata da influenze folk rock, si lascia intrigare da sonorità balcaniche, virando nell’ultimo periodo verso una rotta cantautorale. Sviluppa nel tempo un genere dal carattere sempre più personale che mantiene un occhio attivo su tematiche inerenti il sociale, i diritti e le situazioni di marginalità, indagando moti, contraddizioni e sfumature provando a dare voce alle complessità interne che abitano l’animo umano.

Nel 2019 esce il loro primo EP “Nemico Del Sol” al quale si aggiunge la collaborazione di Emanuele Calvosa (tromba), Joe Santelli (chitarra acustica/elettrica) e Ileana Rende (violino). L’EP autoprodotto raggiunge il numero di 500 copie vendute.
Partecipano a diverse rassegne e iniziative del panorama calabrese come il Be Alternative Fest, il Sila Music Contest e il Rock Festival di Cotronei. Viaggiano e si esibiscono anche altrove, li troviamo al Lian Club di Roma, al Festival ArtiLibere di Vasto e in numerose situazioni di piazza e club sparsi lungo la penisola.

Gruppo di apertura al concerto della Bandabardò all’interno della rassegna Rifugi InCantati presso Montecurcio (Camigliatello Sitano), sono fra i finalisti di SanremoRock con il brano “Messaggio In Bottiglia” nel 2019.
Dopo una parentesi di stallo, sono ora pronti a tornare in scena con una nuova creazione, che si arricchisce della collaborazione di Francesco Forni, noto cantautore contemporaneo., 26.10.2023

CONTATTI

I moti rivoluzionari: imotirivoluzionari@gmail.com|